Home

Covid, Boccia: “Tra 15 giorni Regioni tutte gialle”. Speranza: “Vaccino gratis per tutti”

In Italia cala la curva epidemiologica ma il ministro della Salute, Roberto Speranza, avverte: “Se abbassiamo la guardia la terza ondata è dietro l’angolo”. Speranza ha poi annunciato che il vaccino contro il Covid sarà gratis per tutti. “Il 7 gennaio il Paese ripartirà, incrociando una grande campagna di vaccini”, ha detto il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, secondo cui a metà dicembre “quasi tutta Italia sarà zona gialla”. – continua sotto – 

Speranza: “Vaccino gratis per tutti gli italiani” – L’acquisto del vaccino è centralizzato e sarà somministrato gratuitamente a tutti gli italiani. Lo ha detto il ministro Speranza al Senato, spiegando che “è probabile che siano necessarie due dosi per ogni vaccinazione, l’Italia ha opzioni 202 milioni di dosi. Le prime dosi potranno cominciare ad essere disponibili da gennaio”. – continua sotto – 

Cuore della campagna vaccinazione in primavera-estate – Ad oggi sono state indicate due date da Ema: 29 dicembre per vaccino Pfizer e 12 gennaio per vaccino Moderna. da queste aziende avremo 8 milioni di dosi da Pfizer e un milione 346mila dosi da Moderna. Cuore della campagna vaccinale secondo le previsioni sarà tra la prossima primavera e l’estate. Lo ha detto il ministro della salute Roberto Speranza al Senato. – continua sotto – 

“Nella seconda fase verranno vaccinati insegnanti e forze dell’ordine” – Con l’aumento della disponibilità di dosi “si inizieranno a sottoporre a vaccinazione gli insegnanti e il personale scolastico, le forze dell’ordine, il personale delle carceri e dei luoghi di comunità”. Lo ha spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza, illustrando il Piano strategico per i vaccini anti-Covid alla Camera.  – continua sotto – 

Boccia: “A metà dicembre Italia tutta gialla. Paese pronto a ripartire a gennaio” – “Dicembre dev’essere il mese che ci fa mettere in sicurezza il Paese senza fare un lockdown nazionale. Da qui a 15 giorni tutta Italia o gran parte d’Italia sarà gialla, pensiamo a restrizioni puntuali per il periodo delle feste che non ci fanno allentare i nostri comportamenti”. Lo ha detto il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia. “Il 7 gennaio il Paese ripartirà, incrociando una grande campagna di vaccini”, ha aggiunto. – continua sotto – 

“La situazione del Paese è ancora molto complicata” – “Le misure stanno funzionando e l’auspicio è che le prime tendenze anche in termini di occupazioni di posti letto ospedalieri possano darci ulteriori elementi nei prossimi giorni che vadano verso la riduzione del contagio. Ma se stiamo andando nella direzione giusta, l’altra verità è che c’è ancora una situazione moto complicata nel Paese, perché contagi e decessi sono ancora elevati, così come la pressione sui posti letto. Oggi abbiamo 320 casi ogni 100mila abitanti, un dato alto, la cifra per riportare sotto controllo la curva è 50 casi per 100mila”. Lo ha detto il ministro Roberto Speranza nella replica al Senato.  – continua sotto – 

Riconfermato l’impianto per le Regioni a 3 colori – “Nel prossimo Dpcm l’intenzione del governo sarà di riconfermare l’impianto a tre colori per le Regioni, con fasce arancioni, rosse e gialle, che ha creato le condizioni per rimettere sotto controllo l’epidemia”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza nella sua replica al Senato dove ha illustrato il piano per i vaccini anti-Covid. “I risultati – ha sottolineato – hanno portato nella direzione giusta e dobbiamo riconfermare questo modello che prevede il tentativo di piegare la curva senza un lockdown generalizzato in questa seconda ondata”. – continua sotto – 

Il governo intende disincentivare i viaggi internazionali – “L’orientamento del governo è che durante le feste natalizie vanno disincentivati gli spostamenti internazionali e limitati gli spostamenti tra le Regioni. Bisognerà poi evitare potenziali assembramenti nei luoghi di attrazione turistica legati in modo particolare alle attività sciistiche”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo in Senato. “E’ opportuno, più in generale, ridurre i rischi di diffusione del contagio connessi ai momenti di aggregazione durante le festività del Natale e del Capodanno”, ha poi aggiunto. – continua sotto – 

Specializzandi di medicina ed esercito per campagna vaccinale – Nella fase iniziale ci saranno vaccinazioni centralizzate presso gli ospedali o con unità mobili. Si stima un fabbisogno di circa 20mila persone per attuare la campagna. Si ricorrerà a professionalità esistenti nel Paese anche con la pubblicazione di ‘invito’ per partecipare alla campagna di vaccinazione nonché a stipula di accordi con il ministero della Ricerca per contatti con le scuole di specializzazione medica. E per questo ringrazio il Ministro Manfredi. Migliaia di iscritti alle scuole di specializzazione parteciperanno alla campagna vaccinale. Lo ha detto il ministro Speranza al Senato aggiungendo poi: “La distribuzione dei vaccini avverrà con il coinvolgimento delle forze armate”.  – continua sotto – 

Ue: “Allungare le vacanze scolastiche ed evitare messe affollate” – “Al fine di ridurre i rischi di trasmissione del Covid-19 nel periodo che segue le festività, si invita a valutare di allungare le vacanze scolastiche” o di ricorrere a “un periodo di apprendimento online, in modo da introdurre un periodo cuscinetto ed evitare la diffusione dei contagi a scuola”. E’ quanto si legge nelle linee guida presentate dalla commissaria alla Salute, Stella Kyriakides, in vista delle festività natalizie. Nella strategia, si chiede anche “di valutare di non permettere assembramenti” e di “considerare di evitare cerimonie religiose con grossi assembramenti, sostituendole con iniziative online, in tv o radio”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico