Home

Vaccino, Ippolito (Spallanzani): “Sospendere medici che lo rifiutano”. Sileri: “Valutiamo obbligo”

“Tutti gli operatori sanitari, a partire dai medici, devono vaccinarsi contro il Covid e se non vogliono essere vaccinati devono essere sospesi dal servizio perché, appunto, non possono essere idonei al servizio che svolgono”. Lo ha affermato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’Istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma. – continua sotto – 

“Sarei abbastanza cauto rispetto all’ipotesi di obbligatorietà per il vaccino anti-Covid: ritengo che eticamente obbligare ad un trattamento sanitario debba rappresentare assolutamente un’eccezione”. Lo afferma il presidente del Comitato nazionale di bioetica, Lorenzo D’Avack, sottolineando come, “in questa prima fase, sia fondamentale incentivare la propaganda a favore delle vaccinazione. L’obbligo dovrebbe essere considerato come una extrema ratio”. – continua sotto – 

Più netta la posizione del viceministro alla Salute Sileri. “Non illudiamoci di uscirne in poche settimane. Per sconfiggere il Covid ci sarà bisogno di un’adesione massiccia al vaccino”, ha detto in un’intervista a La Stampa. Rispetto ai dubbi del personale sanitario, poi, “metterei in dubbio la qualità del nostro sistema formativo. Avere dei no vax tra i medici equivale a un fallimento. Al momento – ha aggiunto – non è prevista alcuna obbligatorietà. Se nei prossimi mesi la campagna non dovesse raggiungere i 2/3 della popolazione, allora si dovrebbero prendere delle contromisure. Tra queste, c’è l’obbligatorietà. Ma non è un problema attuale. Sono fiducioso”, ha concluso.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico