Società

Movida ad Aversa, controlli al Seggio su chiusure locali. Raffaele Oliva: “In altre zone concorrenza sleale”

di Redazione

Aversa (Caserta) – Controlli delle forze dell’ordine nella zona del Seggio, cuore della movida aversana. Nella serata di ieri, per cinque ore di fila, pattuglie di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di finanza e Polizia municipale hanno presidiato via Seggio e piazzetta San Paolo per il rispetto delle disposizioni di chiusura dei locali (alle ore 23 da lunedì a giovedì e alle ore 24 da venerdì a domenica) e l’utilizzo di mascherine tra i passanti sia al chiuso che all’aperto, come disposto dal governo centrale e regionale.

Ma nella restante parte della città? Se lo chiede l’avvocato Raffaele Oliva, presidente dell’associazione “Condominio del Seggio” che, ritenendo “ottimo il lavoro delle forze dell’ordine” sostiene che in altre zone di movida alcune attività “erano aperte tranquillamente fino alle due ed anche oltre, alcune ‘protette’ da Scie commerciali e codici Ateco da ristorazione ma che in realtà somministravano alcol a tutta forza e permettevano l’ingresso ben oltre le ore 23, ed altre, lavorando completamente nell’illegalità, agiate dai controlli tardivi o addirittura assenti. Stiamo parlando di pura concorrenza sleale”.

“L’amministrazione comunale – continua Oliva – è già a conoscenza del gravissimo problema commerciale ed ovviamente anche sanitario, e auspichiamo solleciti controlli a tappeto in tutta la città chiarendo oltremodo l’ordinanza del presidente De Luca che molti gestori fingono di non capire”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico