Cronaca

Frignano, accoltella il fratello e minaccia suicidio: desiste dopo un’intera notte di trattativa

di Antonio Taglialatela

Frignano (Caserta) – Ha prima accoltellato il fratello, ferendolo fortunatamente in modo non grave, poi si è barricato in casa minacciando il suicidio. Fino a che, dopo una lunga “trattativa” con i carabinieri, ha deciso di rinunciare al suo intento. E’ accaduto ieri sera, intorno alle 22.30, a Frignano, in via IV Novembre. Un uomo di 48 anni, operaio, paziente psichiatrico, originario della vicina Casaluce, ha impugnato un coltello da cucina e sferrato dei fendenti al fratello 52enne. Quest’ultimo è stato traportato in codice giallo, quindi non in pericolo di vita, all’ospedale di Aversa. Nel frattempo, il 48enne si è barricato all’interno della sua abitazione, manifestando l’intenzione di togliersi la vita.

Sul posto sono giunti i carabinieri del gruppo e della compagnia di Aversa, agli ordini del tenente colonnello Donato D’Amato e del tenente Stefano Russo, insieme ai colleghi della locale stazione, ai sanitari del 118 e ai Vigili del Fuoco che provvedevano al distacco di luce e gas nell’edificio. Poco prima delle 2 di notte intervenivano anche i negoziatori del comando provinciale dei carabinieri che riuscivano a convincere l’uomo a desistere solo alle 8.30 del mattino successivo. Il 48enne veniva trasportato in ospedale in attesa delle disposizioni dell’autorità giudiziaria.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico