Cronaca

Napoli, Miriam morta a 5 anni: per i medici “sveniva perché gelosa del fratellino”

di Redazione

“I medici dicevano che sveniva per lo stress, perché era gelosa del fratellino appena nato”. Lo racconta in un video-appello su Fb (guarda a seguire) Antonella Palladino, la mamma di Miriam, morta all’età di 5 anni in una scuola di danza a Cardito (Napoli) nell’ottobre del 2019. Secondo l’autopsia, si è trattato di morte naturale, ma i familiari di Miriam hanno presentato un esposto in Procura per chiedere che venga fatta chiarezza. Secondo il racconto dei genitori, la piccola nel corso del 2019 si è sentita male tre volte (il 28 febbraio, il 24 marzo e il 21 aprile). Portata in ospedale i medici avrebbero detto che Miriam stava bene e che gli svenimenti erano forse un modo per attirare l’attenzione, perché era gelosa del fratellino appena nato.

La mamma di Miriam spiega le ragioni che l’hanno spinta a sporgere denuncia. “Voglio solo sapere la verità – dice Antonella Palladino – non era solo stress o epilessia. Vogliamo capire se qualcuno poteva salvare la nostra bambina. Ci avevano assicurato che Miriam non aveva problemi. Voglio sapere se qualcuno ha sbagliato nei soccorsi o se ci sono stati errori in precedenza, quando l’abbiamo portata in ospedale”.

https://www.facebook.com/100010822022367/videos/1186330765070980/

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico