Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Jabil revoca licenziamenti, applausi e fiori per la ministra Catalfo a Marcianise

E’ giunta a Marcianise, accolta con calorosi applausi dei dipendenti della Jabil, la ministra del lavoro Nunzia Catalfo dai dipendenti della Jabil di Marcianise (Caserta) che ieri ha ottenuto dall’azienda americana la revoca dei licenziamenti per 190 lavoratori del sito casertano. Alla Catalfo è stato anche consegnato un mazzo di fiori con un bigliettino firmato dai dipendenti in cui la ministra è stata ringraziata “per il grande impegno profuso e la dedizione dimostrata durante le trattative”.

“E’ stata una trattativa molto lunga, durata prima 73 ore e poi il blocco. Ho contattato poi personalmente l’azienda negli Stati Uniti. L’azienda ha confermato che vuole rimanere con attività sul sito di Marcianise. Abbiamo discusso degli esuberi, ho spiegato che noi come Paese abbiamo messo una norma per lo stop ai licenziamenti, che abbiamo inserito importanti misure che aiutano a tenere i lavoratori e formarli e questi costi sono a carico dello Stato”, racconta Catalfo davanti allo stabilimento. “Con l’azienda ci siamo chiariti – dice il ministro – fino a che ieri abbiamo raggiunto questo importante risultato, tutelando 190 lavoratori e le loro famiglie. E’ importante per il l’Italia, per il Sud. Preservare i posti di lavoro in questa emergenza è una cosa importante. Investiremo nella formazione di questi lavoratori e li aiuteremo a ritrovare anche una nuova collocazione. Ci sarò personalmente a seguire tutta la vertenza”.

Proprio per quel che riguarda il futuro dello stabilimento e dei suoi dipendenti in esubero, il ministro sottolinea: “Abbiamo un accordo sottoscritto e seguiremo tutta la fase di ricollocazione, tanto che abbiamo già convocato aziende e sindacati per martedì prossimo alle 17 per vagliare le migliori offerte. Il tavolo al Mise è stato già convocato. Sto lavorando anche al percorso di formazione altamente qualificato per rafforzare le competenze di questi lavoratori”. “Ci sono dei progetti per il Paese – aggiunge Catalfo – tutta l’Italia ha bisogno di attenzioni particolari per quel che è avvenuto con l’emergenza sanitaria, quindi bisogna guardare bene a quello che sta avvenendo alle aziende e ai lavoratori, è chiaro che il Sud che è stato sempre un po’ più indietro, merita un’attenzione maggiore e quindi anche degli incentivi”. Il ministro, poi, rispondendo ai giornalisti in merito ai decreti interministeriali per gli autonomi, spiega: “Li ho già firmati tutti e sono al vaglio della Corte dei Conti, appena darà parere saranno pronti”. IN ALTO UNA PLAYLIST VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico