Gricignano

Gricignano, la maggioranza a Lettieri: “Eviti polemiche inutili e dia un contributo al Puc”

Gricignano (Caserta) – “Epurazione? Allora Lettieri vada a denunciare, altrimenti eviti polemiche inutili e collabori ad un Puc condiviso”. Arriva la reazione della giunta comunale presieduta dal sindaco Vincenzo Santagata e della maggioranza consiliare, alle accuse mosse nei giorni scorsi dal capogruppo dell’opposizione Vittorio Lettieri che, nel chiedere la revoca della delibera inerente la costituzione dell’Ufficio di Piano e dell’Ufficio Vas – Valutazione ambientale strategica per la redazione del Puc – Piano Urbanistico Comunale, ha parlato di “epurazione” nei confronti dell’architetto Teresa Ricciardiello (leggi qui).

blank

Proprio sulla posizione della professionista (alla quale, lo scorso 8 febbraio, fu revocato, sempre tra le polemiche sollevate dall’opposizione, l’incarico di responsabile dell’area Urbanistica, nda.), la maggioranza Santagata, in una nota inviata a Pupia, spiega: “Con decreto sindacale del 2 marzo scorso l’Area Tecnica è stata ridefinita in due settori: settore Lavori Pubblici – Urbanistica e settore Ambiente e Suap. Per il primo settore era stato individuato, quale responsabile, l’ingegner Vallone, in sostituzione dell’ingegner D’Orazio, mentre per l’altro settore era stata individuata, quale responsabile, l’architetto Ricciardiello. Quest’ultima, tuttavia, a partire dal 9 marzo ha chiesto di accedere all’istituto del congedo parentale fino al 3 aprile, poi protratto fino al 20 maggio; a partire dal 22 maggio ha chiesto le ferie fino al 13 luglio. Di fatto, l’architetto Ricciardiello è assente dall’ufficio, ininterrottamente, dal 9 marzo scorso. Tutte le competenze dell’architetto sono state trasferite temporaneamente all’ingegner Vallone che ha dovuto riprendere, tra le altre cose, anche il procedimento relativo all’approvazione del Puc. È noto, altresì, che la Regione Campania ha inviato una nota a tutti i Comuni ancora sprovvisti di Puc, con la quale ha fissato il termine del 30 settembre per l’adozione del Puc e quello del 31 dicembre per la sua approvazione. Alla luce della tempistica dettata dalla Regione era necessario definire nuovamente gli Uffici di Piano e Vas”. continua sotto

Per questo, secondo la maggioranza, “desta grande meraviglia la richiesta del consigliere Lettieri di annullare la delibera di giunta numero 40 del 15 giugno scorso”. “Il consigliere sa, o dovrebbe sapere, – continuano dalla coalizione del sindaco – che il Regolamento 5/2011 della Regione Campania, all’articolo 2 comma 8, specifica testualmente: ‘L’ufficio preposto alla valutazione ambientale strategica è individuato all’interno dell’ente territoriale. Tale ufficio è obbligatoriamente diverso da quello avente funzioni in materia urbanistica ed edilizia’. Per cui era necessario individuare due figure distinte che si occupassero di Puc e di Vas in assenza della pur brava architetto Ricciardiello che ricordiamo aver predisposto il preliminare del piano in modo ottimale ed in tempo brevi anche in un momento per lei difficile”. “Onde evitare qualsivoglia strumentalizzazione dell’opposizione – sottolineano – ci teniamo a rammentare che la redazione del piano è affidata al dirigente dell’area Urbanistica. Pertanto, la scelta non è di carattere personalistico. Ringraziamo, comunque, tutti i dirigenti e dipendenti che in un periodo così particolare come la pandemia hanno predisposto tutti gli atti affinché si portasse avanti la redazione del piano”.

blank

E, in particolare, sulla presunta “epurazione” di cui ha parlato Lettieri, la maggioranza si chiede: “Cosa intende dire il consigliere quando parla di epurazione? Forse vuole dire che l’architetto Ricciardiello era l’unica a potersi occupare del Puc, oppure vuole insinuare qualche altra cosa? Se è a conoscenza di fatti meritevoli di denuncia deve immediatamente recarsi dai carabinieri e raccontare ciò che sa o ritiene di sapere. Se invece intende esprimere una critica di natura politica sappia che la normativa mette a disposizione dei cittadini tutto il tempo necessario per valutare gli atti e di formulare osservazioni”. E qui la stoccata finale: “Magari, semplicemente, il consigliere è preoccupato che questa Amministrazione possa raggiungere uno degli obiettivi che si era prefissata; obiettivo perseguito anche dalla precedente amministrazione ma puntualmente disatteso. In questo caso, ci permettiamo di suggerire al consigliere Lettieri di evitare polemiche inutili e di collaborare con la maggioranza per la redazione di un Puc condiviso. Oppure, se vuole mettersi in contrasto anche attraverso richieste strumentali volte a far perdere solo tempo, di mettersi comodo e di aspettare il Consiglio comunale durante il quale sarà chiamato a votare il Puc. E in quella sede potrà, se ne sarà capace, fornire il proprio contributo”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico