Aversa

Aversa, M5S boccia Golia: “A distanza di un anno possiamo dire ‘Io Non Ci Credo'”

Aversa (Caserta) – «È oramai passato già un anno da quando i cittadini di Aversa hanno riposto la loro fiducia nel sindaco eletto all’insegna dello slogan “Io ci credo”. Siamo andati a rileggere il programma elettorale proposto per vedere fino a che punto è stato messo in atto. Certo, non crediamo a Babbo Natale, quindi non ci aspettavamo che fosse stato portato a termine, ma almeno qualcosa è stato fatto?». Se lo chiede il Movimento 5 Stelle di Aversa che passa al setaccio il programma elettorale della coalizione di centrosinistra a sostegno del sindaco Alfonso Golia.

Si parte dall’ambiente: «Questa parte di programma risulta essere totalmente disattesa dal sindaco. I mezzi alternativi a quelli privati non esistono, non sono state create aree parcheggio, la Ztl risulta essere ancora una mera strada chiusa al traffico, le barriere architettoniche non sono state rimosse né sono oggetto imminente di una rimozione, i rifiuti sono e restano un problema dei Cittadini, la disputa tra la vecchia società di rimozione rifiuti e la nuova è ancora in piedi.  Il verde pubblico è diventato una giungla e viene curato solo su “segnalazione”, gli alberi del parco “Pozzi” abbattuti senza un motivo apparente o senza che sia stato “affidato e coordinato da un agronomo esperto del settore”. Solo su segnalazione del Movimento 5 Stelle è stato fatto, anche se male, un intervento sul monitoraggio della qualità dell’aria, migliorata durante la pandemia ma già inquinata dalla riapertura della fase 2».

Per quanto riguarda, invece, lo sviluppo socio-economico-culturale, per i pentastellati «questa parte del programma ha, addirittura, dell’incredibile». «Infatti, – continuano dal M5S – il sindaco parlava di supporto, valorizzazione, sperimentazione e manifestazioni volte a tutelare il commercio cittadino e i prodotti tipici aversani. Ebbene, a parte lo scontento dei commercianti della strada chiusa al traffico di via Roma, si registra uno scontento più volte manifestato, anche con atti eclatanti, da parte degli operatori del mercato ortofrutticolo di Aversa chiuso da ben 240 giorni e, al momento, senza alcuna soluzione temporanea o definitiva. Sulla questione abbiamo proposto un accesso agli atti per la verifica integrale della questione». Capitolo sicurezza: «Sulla movida di via Seggio, lasciata allo sbando totale ed in mano a bande di teppisti – proseguono i pentastellati aversani – ad oggi, infatti, si registrano sempre più casi di risse e di mancati controlli da parte delle forze dell’ordine. A ciò si aggiungano i numerosi casi di cronaca di macro e micro criminalità che ogni singolo giorno attanagliano la nostra città, basti pensare che ci sono state ben due rapine in banca nell’arco di pochi mesi, numerosi casi di furti di parti o intere auto, risse all’ordine del giorno e tanti altri episodi». Sport: «Innanzitutto – dicono dal M5S – porgiamo i nostri auguri alla società Aversa Normanna per la promozione ottenuta sul campo e lasciata allo sbando dal sindaco. Infatti, è ben noto che lo stadio comunale è stato dato in gestione ad una società non cittadina e la squadra della nostra città ha dovuto giocare le partite presso un altro comune».

«Da questa piccola analisi – concludono dal movimento – abbiamo volutamente tralasciato i fatti politici in senso stretto che hanno travagliato la vita politica di “Io ci credo”, quali assessori che si dimettono di punto in bianco, maggioranza che vota contro il sindaco eccetera, perché non attinenti direttamente con l’interesse del cittadino ad avere i propri diritti. Ebbene, a distanza di un anno possiamo sicuramente dire ad alta voce: “Io Non Ci Credo”».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico