Aversa

Aversa, riparte la progettazione del Puc

Aversa (Caserta) – Con la fine del «tutto chiuso» e il via libera alla esecuzione di rilievi tecnici con la quale il dirigente dell’Ufficio Urbanistica, Raffaele Serpico, ha autorizzato lo Studio Castiello Project, impegnato nella redazione, è ripartita la progettazione del Puc. Sin dal primo giorno utile, sono già attivi alcuni tecnici per il rilievo non metrico dell’edilizia, cioè degli «oggetti urbanistici», per valutare le qualità storiche, architettoniche e funzionali dei singoli edifici o gruppi di edifici che poi danno la «qualità ambientale» dei siti. Eseguire, insomma, un rilevamento dello stato di fatto in modo da definire, poi, le «norme» del Puc in maniera più aderente alla realtà.

Già prima della pandemia si erano tenute numerose audizioni ricavando importanti indicazioni da Enti, Università, Curia Diocesana e Associazioni che, opportunamente verbalizzate, sono state raccolte dall’Ufficio Urbanistica e trasmesse ai progettisti. La bozza di Piano Strutturale, da sottoporre alle varie fasi dell’iter previsto dalla normativa in materia, di fatto, potrebbe essere pronta tra non molto. In verità, la lunga storia di questa progettazione del Puc è stata abbastanza travagliata, dalla gara vinta dal Gruppo Castiello Project, appellata fino al Consiglio di Stato ai ritardi politici delle passate amministrazioni. A maggio dello scorso anno, finalmente i progettisti furono convocati e si misero subito all’opera, ma, ancora oggi, pare, che non sia stato ancora sottoscritto il contratto.

All’epoca il dirigente dell’area prese atto dell’esecutività di una sentenza del Tar che aveva dato ragione agli aggiudicatari di un’apposita gara (il cui esito era stato impugnato dal Comune normanno, così come la stessa sentenza a sua volta impugnata dinanzi al Consiglio di Stato della cui decisione si è ancora in attesa). La redazione della Valutazione Ambientale Strategica, il Regolamento Urbanistico Edilizio Comunale e lo stesso Piano furono affidati allo Studio Castiello Projects Srl con i tecnici Pierfrancesco Rossi, Mariacarla Mormile, Carmine Tomeo e Nicola Chiacchio. Un provvedimento dovuto da parte dell’amministrazione dato la immediata esecutività della sentenza dei giudici amministrativi.

Rigenerazione urbana, Valorizzazione del patrimonio culturale, Tutela del suolo permeabile i punti cardine del Puc che si va a redigere secondo il sindaco Alfonso Golia che per condurre lo specifico settore ha scelto quale suo assessore tecnico la docente universitaria Eleonora Giovine di Girasole. L’accademica, da parte sua, ha tenuto a precisare: «Con lo scoppio dell’emergenza Covid abbiamo dovuto sospendere le consultazioni pubbliche. Attendiamo di capire come e quando sarà possibile riprendere, altrimenti dobbiamo individuare altre forme di partecipazione». «In tutto questo periodo, comunque, i progettisti, con i quali ho tenuto varie videoconferenze – ha aggiunto l’esponente dell’esecutivo normanno – hanno continuato a lavorare al piano in studio sino a riprendere i rilievi fisici da lunedì».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico