Cronaca

Download illegali di quotidiani e riviste: sequestrati siti web e canali Telegram

di Redazione

28 siti web e 8 canali Telegram, che permettevano la visualizzazione e il download illegale delle copie digitali di numerosi quotidiani e riviste, sono stati sequestrati dal Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza di Roma. L’indagine era già stata avviata dallo scorso anno ma è stata intensificata nelle ultime settimane poiché la situazione di emergenza sanitaria ha visto un consistente incremento della pirateria online.

I “pirati informatici” provvedevano a registrare i siti in località estere (soprattutto a Panama, negli Stati Uniti e in Russia), sfruttando servizi offerti da provider accreditati per assegnare nomi a dominio di secondo livello, in alcuni casi avvalendosi di servizi di “anonimizzazione” per mascherare la reale titolarità e nazionalità. Successivamente attivavano appositi spazi web su server esteri, collocati in Olanda, Stati Uniti, Russia, Ucraina e Belize, in modo da ostacolare la rintracciabilità dei responsabili.

Identificate le risorse online, queste sono state preventivamente sequestrate. Inoltre, è stato chiesto ai provider nazionali di inibire l’accesso mediante oscuramento dei siti web e dei 8 Telegram in cui circolavano quotidianamente copie di quotidiani e riviste sia nazionali sia internazionali. Le indagini delle Fiamme gialle proseguono per risalire all’identità dei gestori delle piattaforme, che ora rischiano fino a 4 anni di reclusione e 15.493 euro di multa per la diffusione di opere tutelate dal diritto d’autore. IN ALTO IL VIDEO

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico