Sant’Arpino

Coronavirus, a Sant’Arpino due guariti. Il sindaco: “Troppa lentezza per i tamponi”

Sant’Arpino (Caserta) – “Sant’Arpino ha ricevuto la bella notizia che le prime due concittadine positive al Covid 19 hanno finito la quarantena e sono risultate negative ai tamponi di controllo ed ora possono uscire liberamente per necessità”. Ad annunciarlo il primo cittadino del comune atellano Giuseppe Dell’Aversana, che continua nel fare il punto della situazione: “La brutta notizia è la presenza in ospedale a Maddaloni di un nostro concittadino di 81 anni e ci auguriamo che possa guarire e tornare dai suoi familiari quanto prima. Poi, due coniugi positivi, ma a casa, stanno bene e senza febbre, in isolamento da sette giorni senza problemi. Quindi, i casi da cinque sono scesi a tre! Sta bene, infine, l’uomo contagiato che risiede a Gricignano ma lavora a Sant’Arpino”.

Il sindaco passa a parlare dei tamponi lamentandone la lentezza, e afferma: “Rimane lentezza dei tamponi. L’Asl è in difficoltà. Sia per fare tamponi prescritti da medici sia per dare risposte dopo i tamponi occorrono giorni. Al momento abbiamo quattro tamponi da fare e tre risposte da ricevere, almeno di quelli che hanno chiesto a me. Non sempre sono a conoscenza di tutte le richieste”. Dell’Aversana, poi, riferisce delle iniziative per i cittadini in difficoltà: “Fra ieri ed oggi mi hanno scritto centinaia di persone per i buoni alimentari del governo. A tutti loro ribadisco che bisogna aspettare per avere modalità e tempi di erogazione. I criteri sono ancora da definire. Emerge che i soldi in arrivo saranno pochi rispetto alla richiesta e quindi saranno necessari controlli accurati della documentazione esibita dai richiedenti. Di tutto daremo trasparente informazione”.

E preannuncia l’ennesima iniziativa: “Intanto, con il parroco don Michele, stiamo organizzando il “carrello spesa solidale” per quei cittadini che vogliono aderire e lasciare un loro contributo nei negozi. Faccio appello ai commercianti ad aderire. Ho fatto stamani un invito a tutti gli amministratori di condomini di provvedere a sanificare gli spazi comuni dei loro condomini per tenere alta la guardia contro il virus. Vi comunico che oggi abbiamo ricevuto in omaggio centocinquanta mascherine che distribuiremo ai più bisognosi. Ringrazio Nicola D’Errico per aver donato il tessuto ed Angelo Orefice per averle cucite con elastico compreso. Un altro gesto di solidarietà che dimostra come insieme possiamo farcela”.

Alla fine un monito e un invito: “Restate a casa, uscite poco. Di mattina vedo gente in giro per le strade. Rischiate oltre la multa anche il contagio del coronavirus per voi e per i vostri cari. Domani (martedì 31 marzo), alle ore 12, vi sarà un minuto di silenzio e bandiera a mezz’asta per ricordare le vittime dell’epidemia ed onorare gli operatori sanitari che operano in questa guerra contro il coronavirus. Vi invito ad aderire”.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico