Aversa

Aversa, auto danneggiate e saccheggiate anche solo per “gioco”: il fenomeno aumenta

Aversa (Caserta) – Vetri di lunotti e finestrini in frantumi, auto appoggiate su mattoni dopo averne sottratto gli pneumatici, interni delle vetture saccheggiate. E’ una sorta di “strage” quella messa in atto nelle ultime sere ad Aversa dove il timore di vedersi la vettura danneggiata rischia di trasformarsi in psicosi collettiva. E quello che più allarma e addolora è che spesso i vetri sono mandati in frantumi solo per il gusto teppistico di fare danno, senza che dalle stesse sia sottratto alcunché. Insomma, in molti casi un insano gioco che sta contagiando numerosi giovani e arrecando danni a diverse decine di malcapitati.

In queste notti, poi, sono tornati in azione anche i ladri di pneumatici. E sempre nella stessa zona, quella del Parco Coppola, incuranti del fatto che a pochi metri vi è la caserma dei carabinieri. Nella mattanza di vetri di lunotti e finestrini è finito anche Luigi Fadda, vicesindaco della giunta di centrosinistra guidata da Alfonso Golia. Il numero due dell’esecutivo normanno ha sfogato la propria delusione sui social, affermando: «L’altra notte qualcuno si è divertito a danneggiare la mia auto. Un gesto vile, che, immagino, essere conseguenza del clima politico di tensione radicatosi in questi ultimi mesi e della impermeabilità dell’Amministrazione Golia rispetto a determinati modus operandi». «Del resto, nel tempo, sono stati molteplici i ‘segnali’ dei possibili rischi connessi all’attività di chi non è solito adeguarsi ai modelli di azione tradizionali e consolidati, operando piuttosto nell’esclusivo perseguimento dell’interesse generale. Nessun rancore, in ogni caso. Piuttosto, – conclude Fadda – sono felice per l’autore del gesto, perché da oggi stesso potrà affermare che nel corso della sua miserabile esistenza almeno una sua sola azione, seppur indirettamente, ha determinato un sussulto emotivo, una banalissima reazione».

Insomma, per il vicesindaco si tratta di una sorta di ‘attentato’. Una convinzione che ha fatto scattare numerose reazioni ironiche. Sono stati in molti a chiedersi dove “vivesse” Fadda considerato che il fenomeno è, praticamente, sulla bocca di tutti e sono tante le strade aversane che di mattina hanno tracce ben visibili di questo fenomeno. Tra questi Gianpaolo Dello Vicario, ex vicepresidente della Provincia, che, ironicamente, si chiede: «Ieri ad Aversa hanno danneggiato decine di auto. Saranno tutte di proprietà della giunta dei magnifici sette?».

Un’altra vittima, Rino Diana, racconta la propria disavventura: «In tre mesi è la seconda volta che mi ‘sfasciano’ la macchina. La prima volta solamente per il gusto di rompere il vetro. Ho sentito dire da più residenti nella mia zona (via Ugo Foscolo) che un gruppo di balordi rompe i vetri solamente per il gusto di fare una bravata. Idiozia e stupidità pura. Stamattina mi ritrovo l’auto con la portiera aperta, il vetro frantumato e lo stereo rubato, a dire che l’avevo pure nascosto. Questa volta non credo sia opera di ragazzi, anche se tutto è possibile. Certo è che ad Aversa, sembra che ognuno può decidere di commettere qualsiasi nefandezza, siamo senza controlli, siamo alla mercé di tutti».

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico