Carinaro

Carinaro, doppio senso in Via Piave: Italia Viva accusa l’amministrazione di “menefreghismo”

Carinaro (Caserta) – “L’esperienza politica con Italia Viva che faremo a Carinaro deve essere improntata tutta nella richiesta all’amministrazione comunale carinarese, diretta dal sindaco Nicola Affinito, di affrontare i problemi reali dei cittadini e dei territorio. A puntate, giorno dopo giorno, uno per uno diremo i punti che i cittadini ci hanno segnalato e sui quali bisogna intervenire”. Ad annunciarlo è il fondatore del comitato “Carinaro Viva”, Luigi Cangiano, già con esperienze politiche tra le fila della Lista Di Pietro da attivista nel MeetUp 5 Stelle. “Da carinarese – dice Cangiano – mi ero sempre tenuto lontano dalla politica cittadina, perché troppo basata su intrecci atavici e familiari; intrecci che senza ombra di dubbio hanno sempre allontanato le persone perbene e preparate da questa mischia. Mi sono reso conto, però, che così facendo il mio paese ed i miei concittadini stanno subendo ogni giorno di più degli affronti anche nel più basilare vivere civile”.

Intanto, “Carinaro Viva” torna sulla polemica del doppio senso di circolazione in via Piave, “una strada, purtroppo, di confine dove si trovano a convivere cittadini di Carinaro e cittadini di Teverola”, sottolinea Cangiano, che poi spiega: “Questa strada, durante l’amministrazione Dell’Aprovitola, era stata giustamente resa a senso unico discendente verso il centro cittadino di Carinaro, avendo, invece, convogliato parte del traffico uscente dal centro verso via Mameli e le altre parallele di via Piave. La nuova amministrazione, a pochi mesi dalla sua elezione, probabilmente onorando una cambiale elettorale, ha tolto questo civile senso unico di marcia ed ha ripristinato un doppio senso, su una strada stretta e in aggiunta minata da continui allagamenti. Si aggiunga che su via Piave si lasciano passare camion di tutte le specie, sebbene vi sia posto un segnale di divieto di passaggio a camion con tonnellaggio superiore alle 6,5 tonnellate, con un lassismo che rasenta il menefreghismo. Si attende forse di far crollare tutta via Piave in modo da richiedere fondi per la ricostruzione? Speriamo proprio di no”.

Il comitato renziano “esprime tutta la propria vicinanza alle famiglie di via Piave, alcune delle quali hanno anche delle rilevanti problematiche al loro interno, che da sole dovrebbero servire all’amministrazione del sindaco Affinito come causa principale per il ripristino del senso unico discendente verso il centro in via Piave, ed il posizionamento di un’area di sosta dedicata per persone diversamente abili. Restate umani!”. IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA 

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico