Aversa

Aversa, intervista a Gianluca Golia: “Opposizione morbida? No, solo di buonsenso”

Dopo aver ascoltato il sindaco di Aversa, Alfonso Golia (leggi qui l’intervista), abbiamo rivolto alcune domande al suo quasi omonimo e principale antagonista, Gianluca Golia, leader della coalizione di centrodestra alle ultime amministrative e oggi consigliere di opposizione.

Come valuta i primi tre mesi di attività dell’amministrazione in carica? Molto poco incisivi. La città sembra sospesa in attesa che qualcosa cambi; ma quando? Tre mesi trascorsi tra accuse alle vecchie amministrazioni e proclami roboanti ma, di concreto, di veramente utile alla città poco o niente.

Sono in molti a considerare molto “morbida” questa opposizione. Si ha quasi l’impressione di un “consociativismo strisciante”. Sarà vero o non ci sono motivi di critiche? C’è stata una distorsione per quanto riguarda l’azione dell’opposizione che, a detta di qualcuno, appare silente o addirittura inesistente. Il nostro buonsenso e la predisposizione all’essere costruttivi ha fatto sì che in questi tre mesi dessimo un “credito di tempo” alla nuova Giunta (insediamento, nomina assessori, primi provvedimenti) ma, nonostante tutto, sui temi importanti ci siamo sempre stati (ambiente, ospedale). Ma l’amministrazione cosa ha fatto? Che risposte ha dato? Quindi, a volte, sembra che accusare di inerzia l’opposizione serva per camuffare la poca attività dell’amministrazione. Ci sono voluti tre mesi per agire in modo “duro” contro la ditta che si occupa dei rifiuti? In questi tre mesi cosa è stato fatto? L’assessore all’Ambiente quali provvedimenti ha adottato nel concreto per non far sommergere la città dai rifiuti? Per l’ospedale si è svolto il famoso incontro tra i vertici di Asl-ospedale-Regione per arginare le difficoltà che i cittadini vivono quando vanno in ospedale? Il presidente della Commissione Sanità (quasi nostro concittadino) è stato interpellato? Quali le soluzioni?

Quali sono i temi che questa amministrazione ha dimenticato? “Dimenticare” la salute e l’ambiente per me è grave. Ovviamente, l’amministrazione sembra schiacciata sulla questione “emergenza rifiuti” tanto da tralasciare la programmazione dell’ordinario: basti pensare che di giovedì mattina, alle 10.30, via Diaz, via Cavour, via Roma erano completamente bloccate perché si stava provvedendo al rifacimento della segnaletica stradale orizzontale? Ma sembra possibile una cosa del genere? Manca il senso di programmazione.

Ha scelto di aderire ad uno dei partiti o liste che l’hanno sostenuto? Sì, no e perché? Per adesso non ho ancora deciso se aderire o meno ad uno dei partiti o liste civiche della mia coalizione; al momento, l’obiettivo è quello di lavorare per ricompattare un centrodestra uscito frammentato dalle ultime elezioni e riprendere la guida della città. Quali pensa siano i temi da affrontare con urgenza e come? Come già detto, i temi principali sono salute ed ambiente. Non meno importanti sono l’ordine pubblico, la sicurezza in città e, soprattutto, cercare di far fronte ad un numero sempre più alto di persone che vivono situazioni di indigenza. A tal proposito, mi auguro che il nuovo bene acquisito dal Comune possa servire anche da ricovero per i tanti senzatetto che quotidianamente si vedono per la città. L’importante è programmare in modo serio e costante interventi “piccoli” ma necessari, tali da rifare una fisionomia degna alla città. Intanto, la città sembra “sospesa” in attesa che qualcosa cambi. Ma quando?

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico