Napoli

Camorra, omicidi a Mugnano durante faida di camorra tra 2006 e 2008: 6 arresti

Maturarono nell’ambito della volontà del clan scissionista degli Amato Pagano di affermarsi sul territorio di Mugnano, gli omicidi di Eugenio Santoro e Salvatore Cipolletta. E’ quanto hanno accertato gli investigatori della Squadra Mobile di Napoli che oggi hanno arrestato sei persone ritenute gli autori di quei due omicidi, avvenuti a Mugnano, rispettivamente il 19 dicembre 2006 e il 14 aprile del 2008.

L’omicidio di Santoro, durante il quale venne ferito Andrea Parolisi, venne commesso da un commando di killer del clan Lo Russo che, all’epoca, era alleato con gli Amato-Pagano. E’ stato proprio Parolisi, sfuggito all’agguato e rifugiatosi nel commissariato di Giugliano, a fare luce sull’accaduto, dopo essere diventato collaboratore di giustizia.

Amoruso venne ucciso dagli scissionisti per fare posto a Cipolletta, il quale, poco tempo dopo, divenne inviso ai vertici del clan che poi decisero di eliminarlo, questa volta ricorrendo ai propri sicari. A Cipolletta successe Antonio D’Andò, anche lui eliminato dal clan, nell’ambito di una faida interna, nel 2011.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

blank
Condividi con un amico