Home

Alberto Angela cittadino onorario di Pompei: “Mi sento come in famiglia”

“Il Comune di Pompei ha l’età di mio padre, 90 anni, e ho ricevuto da entrambi una cultura. Mi ritrovo qui come in famiglia”. Sono le parole di Alberto Angela, da oggi cittadino onorario di Pompei. Il comune napoletano ha riconosciuto al giornalista divulgatore il merito di avere proiettato sulla città – grazie ai suoi documentari sull’antica Pompei – una luce nuova che ha contribuito alla sua fama a livello mondiale.

“Oggi è incredibile che è il 17 ottobre, la stessa data dell’iscrizione trovata ieri negli scavi. Cioè 1.939 anni fa”, ha commentato Angela, annunciando: “Vorrei continuare a fare viaggi e a raccontare, ho appena finito un libro che esce a Natale, sarà un viaggio nel passato. Qui sul golfo di Napoli venivano tanti da Roma perché fu fondato un impero da Augusto, ho scritto un libro su Cleopatra e su Cesare, bruto, Ottaviano, crasso. Se non ci fosse stata Cleopatra non ci sarebbe stato l’impero di Augusto come lo conosciamo”.

Pubblico di autorità, ma soprattutto di giovani e di bambini ha applaudito l’evento che si è svolto in piazza Bartolo Longo, su un palco installato tra il Santuario dedicato alla Madonna del Rosario e il Palazzo del Comune. “Alberto guarda Pompei con gli occhi dei viaggiatori del grand tour e tramanda la sua bellezza nel mondo. Da cittadino divulgherà Pompei nel mondo”, il commento del sindaco Amitrano.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Teverola, il "fact checking" di Lusini al Rione San Lorenzo: "Tante promesse ma solo erbacce" - https://t.co/ro2WvTgwFQ

Carinaro, Affinito: "Il vincitore del confronto lo decideranno i cittadini" - https://t.co/1EdJ9l752N

Carinaro, voti in cambio di posti di lavoro. Affinito a Dell'Aprovitola: "Andiamo insieme a denunciare" - https://t.co/VMeN9OSK39

Aversa, "Jommelli Cimarosa Festival": successo per il pianista Francesco Libetta - https://t.co/Iq3LQAOiSu

Condividi con un amico