Home

Maltempo arriva da Nord Europa e colpisce Italia: disagi circolazione e scuole chiuse

Il maltempo incombe sulla penisola e muta il suo aspetto solitamente soleggiato in nebbioso e piovoso. Dalla testa alla punta, lo stivale è alle prese con pioggia, neve e vento. In Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Lazio, nella tratta Roma-Orte e Roma-Viterbo, le abbondanti nevicate o le condizioni metereologiche generali stanno causando problemi alla circolazione ferroviaria. Treni cancellati o con tratta ridotta su molte linee regionali e interregionali. Mentre in Val d’Aosta sono state chiuse alcune arterie regionali per pericolo valanghe: a Rhemes-Saint-Georges, a Valsavarenche (tra Tsan d’Oula a Pont) e a Courmayeur (Val Ferret e Val Veny). Si registrano tratti chiuse anche sull’ A5 e l’A6.

Le isole versano nella stessa condizione: Ustica ed Egadi in Sicilia e Ischia in Campania, dove sono stati cancellati i collegamenti marittimi. Annullati i traghetti da e verso l’Elba e anche alcune corse marittime tra Ponza e Formia e tra Ventotene e Formia. Il mare infuria altresì in Liguria, per una mareggiata, infatti, è stato chiuso il valico frontaliero di Ponte San Ludovico, a Ventimiglia, e il traffico stradale è stato deviato sul valico di San Luigi.

Sospesi collegamenti tra Sardegna e Corsica. A farne le spese, ovviamente, è la popolazione che ha vissuto numerosi disagi. Ad Arezzo, Toscana, a causa del vento si è verificato un blackout di circa 30 minuti e molti rami e comignoli sono volati via. Inoltre, un lampione è caduto su un’auto, causando molti danni.

A Campobasso la pioggia abbondante potrebbe aver causato il crollo di un ponticello e di parte di una strada. In Molise la Protezione civile ha emanato un’allerta di codice giallo per tutta la giornata di oggi e le successive 24-36 ore. Sulla regione sono previste piogge diffuse, anche a carattere di forte rovescio o temporale, specialmente sul settore appenninico. Per queste ragioni, alcuni territori hanno deciso di chiudere le scuole. È il caso della Toscana, nella provincia fiorentina, a Livorno e a Lucca, e del Piemonte, per quanto riguarda alcuni comuni in provincia di Alessandria. In Liguria saranno chiuse quelle di Savona, nel Tigullio, nel Golfo Paradino e in tutto lo spezzino.

Il maltempo, tuttavia, non è solo un problema italiano. Il Nord Europa è, infatti, vittima di neve e disagi alla viabilità anche aerea e marittima. In Gran Bretagna, dove si è registrata la più pesante nevicata degli ultimi quattro anni, le bufere hanno interessato soprattutto l’Inghilterra centrale e il Galles.

Voli sospesi all’aeroporto di Birmingham per consentire la pulizia della pista, mentre in Germania la situazione per i trasporti aerei è più critica: qui sono stati cancellati più di 300 voli solo a Francoforte, principale aeroporto del Paese. Tra questi c’è anche un volo Francoforte – Orio al Serio di Ryanair con 200 passeggeri, molti dei quali italiani. Ma anche a Dusseldorf la situazione è difficile dal momento che lo scalo è rimasto chiuso per quattro ore.

In Belgio, la situazione è stata bollata come “catastrofica” dai media. I problemi maggiori si registrano nella capitale Bruxelles dove molti tunnel sono stati chiusi e i treni e i bus sono fermi. L’ aeroporto principale di Zavantem, a circa 11 km dalla città, ha deviato parte del traffico su Liegi per pulire la pista.

In Francia è allerta arancione in 32 dipartimenti. Il vento ha raggiunto, e in alcune parti anche superato, i 100 km/h. E sono state proprio le forti raffiche a spingere un traghetto con 300 persone a bordo sugli scogli all’uscita del porto di Calais. Nella regione della Loira, dove in alcune zone il vento ha raggiunto anche i 137 km/h, il black out elettrico in corso da ieri si è esteso ulteriormente lasciando al buio 80mila case.

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico