Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Camorra e stipendi del clan: arrestate sorella e cognate del boss Zagaria

A conclusione di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura di Napoli, basate su accertamenti patrimoniali, intercettazioni e dichiarazioni di collaboratori, gli agenti del centro operativo Dia partenopeo e del Nucleo investigativo centrale della Polizia penitenziaria hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti dei familiari del boss Michele Zagaria, in carcere dal 2011.

Si tratta di: Beatrice Zagaria, sorella di Michele; Francesca Linetti, moglie di Pasquale Zagaria, fratello di Michele, detenuto; Tiziana Piccolo, moglie di Carmine Zagaria, altro fratello di Michele, già detenuto e attualmente sottoposto alla sorveglianza speciale; Patrizia Martino, moglie di Antonio Zagaria, altro fratello di Michele, anch’egli detenuto.

Le indagate sono gravemente indiziate del delitto di ricettazione aggravata perché destinatarie di risorse dell’organizzazione riservate al pagamento dello “stipendio” mensile agli affiliati. Francesca Linetti, moglie di Pasquale, secondo gli investigatori, percepiva 1.500 euro e i 3.500 euro al mese, in base ai tempi che correvano. E non mancavano scaramucce fra cognate, liti per accaparrarsi lo stipendio più alto. All’apice dell’organizzazione c’era, secondo la procura, Beatrice Zagaria, sorella del boss, che avrebbe svolto un ruolo di riferimento del clan: sarebbe stata proprio lei a sovvenzionare le cognate per le spese dei viaggi per raggiungere gli istituti di pena in cui erano detenuti i mariti.

IN ALTO VIDEO di un colloquio in carcere tra Zagaria e le sue familiari

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico