Cronaca

Truffa alle assicurazioni tra Roma e Civitavecchia: arrestati sei medici e due avvocati

di Redazione

Ventuno casi di incidente fantasma con richieste di risarcimento per oltre 500mila euro in parte già erogati. A smascherare un’associazione per delinquere ritenuta responsabile di aver creato ad arte i 21 falsi sinistri di vario genere, tra il 2013 ed il 2015, al fine di richiedere e ottenere indebiti risarcimenti dalle compagnie assicurative, i carabinieri del comando provinciale di Roma.

Per questo i militari hanno arrestato sei medici e due avvocati, con altri tre medici sottoposti ad una misura cautelare di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Agli indagati, tutti operanti tra Civitavecchia e Roma in strutture sia pubbliche che private, è stata contestata l’associazione per delinquere finalizzata ai reati di truffa, falso di vario genere e sostituzione di persona. Numerose l perquisizioni in abitazioni, ospedali e strutture sanitarie private.

Nei 21 casi di incidente fantasma erano state presentate richieste di risarcimento per oltre 500mila euro, in gran parte già erogate dalle compagnie assicurative.

I provvedimenti cautelari sono stati notificati dai carabinieri alle 11 persone indagate, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale di Civitavecchia su richiesta del pubblico ministero.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico