Cronaca

Viterbo, insultava alunno con lieve deficit: prof sospesa

di Redazione

Viterbo – Insultava un suo alunno con un lieve deficit cognitivo e poi incitava il resto della classe a picchiarlo e deriderlo. Per questo motivo una professoressa di italiano di una scuola media di Bagnoregio, in provincia di Viterbo, è stata sospesa dall’insegnamento.

Sono stati gli stessi alunni, turbati dall’atteggiamento dell’insegnante, a rivelare ciò che accadeva in classe agli investigatori. A far partire le indagini della squadra mobile di Viterbo sono state le testimonianze di alcuni studenti durante una lezione sul bullismo organizzata dalla scuola.

Agli insegnanti che spiegavano i comportamenti che rientrano nella sfera del bullismo, i ragazzi hanno rivelato che cose simili accadevano nella loro classe, con la professoressa che offendeva il loro compagno con un lieve deficit cognitivo e invitava gli altri studenti a picchiarlo con schiaffi o con il righello costringendo la vittima a restare ferma su una sedia.

Nel provvedimento di sospensione il gip sottolinea come il ragazzino venisse “emarginato”, “deriso” e “umiliato” davanti alla classe. La polizia avvierà ora ulteriori accertamenti per verificare se qualcuno abbia taciuto sugli episodi di violenza.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico