Tecnologia&Motori

Netflix arriva in Italia: la rivoluzione dei contenuti streaming on demand

di Stefania Arpaia

Roma – La società statunitense Netflix, che offre il servizio di streaming online on demand, arriverà in Italia il prossimo 22 ottobre. Il successo dell’azienda è già esploso negli Usa, in Gran Bretagna e in Irlanda, ma sono ancora molti i dubbi relativi alla corretta visione dei contenuti web nel nostro Paese.

Già in passato infatti, Netflix aveva rinunciato a mettere piede in Italia a causa dei problemi relativi alla banda e alle connessioni che potrebbero non essere in grado di assicurare una visione di qualità e senza interruzioni agli utenti del web. L’Italia però rassicura: “Chiunque riesca a vedere un video di YouTube in alta definizione può vedere anche i film su Netflix”.

La notizia del nuovo servizio messo a disposizione anche per i cittadini italiani è giunta lo scorso mercoledì e sono già stati realizzati accordi tra i principali competitors del settore. Telecom Italia infatti si è già alleata con Mediaset per realizzare Tim Premium Online. L’offerta consente ai clienti TIM consumer, che hanno una connessione ADSL o fibra, di accedere alla programmazione televisiva “Premium Online”, avvalendosi della qualità delle reti a banda larga e ultralarga di TIM e della promozione a loro riservata in esclusiva. Il servizio è disponibile anche attraverso il decoder TIMvision, che si arricchisce così di nuovi contenuti di pregio.

D’altro canto però bisogna considerare che in Italia solo alcune le zone raggiungono la banda ultralarga a 30 Mbps: il 22,3% del territorio con esclusione di intere regioni come Molise, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta,  contro una media europea del 64%.

Ma il governo Renzi assicura: entro il 2020 con l’ultrabroadband , così come richiesto dall’Ue,  il 100% della popolazione avrà la copertura a 30 Mbps mentre il 50% raggiungerà i 100 Mbps.

Il servizio Netflix è accessibile anche in Canada, America latina, Francia, Germania, Paesi nordici, Austria, Paesi Bassi, Irlanda, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Australia e Giappone. Sarà disponibile anche in Spagna e Sudafrica.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico