Cronaca

Piazza Marconi, i rifiuti ormai sono un “arredo urbano”

di Antonio Arduino

Aversa – Piazza Marconi rappresenta un punto critico per la raccolta dei rifiuti. È un dato ben conosciuto sia alla società che gestisce il servizio di igiene urbana sia l’amministrazione municipale e dovrebbero provvedere ciascuno per la sua parte di competenza ad impedire che si trasformi in discarica a cielo aperto quella piazza che è posta in pieno centro storico, a pochi metri dalla chiesa cattedrale, sede di possibili percorsi turistici, così come tutto il nucleo della città che la circonda.

Eppure non c’è giorno della piazza non siano depositati rifiuti fuori orario. La responsabilità di sicuro è, in parte, i cittadini privi di coscienza civica, in parte forse maggiore di automobilisti provenienti dai comuni limitrofi che scaricano i rifiuti nel punto in cui è collocato il cassonetto raccolta del vetro.

Ricordando che oggi esiste il reato di inquinamento ambientale, prodotto dal deposito indiscriminato dei rifiuti, e che l’amministrazione comunale ha adottato la Polizia municipale di cinque telecamere trappola, vale a dire portatili che possono essere collocate.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico