Società

Dissuasori elettronici di velocità, Aifvs: “Una beffa”

di Antonio Arduino

Aversa – “Dopo gli spot la beffa”. Biagio Ciaramella, responsabile della sezione aversana dell’Associazione italiana familiari delle vittime della strada, non ci sta a legger le ultime dichiarazioni del sindaco Giuseppe Sagliocco sul tema della sicurezza stradale.

“Affermare che l’amministrazione è molto attenta alla sicurezza stradale perché in via Pastore è stato installato un dissuasore elettronico di velocità che indica solo la velocità dei veicoli in transito sperando che chi va forte se ne renda conto e rallenti è utopia”, dice Ciaramella, che poi rincara la dose denunciando l’inutilità di indire conferenze stampa su un tema che, a suo avviso, di fatto viene ignorato o, quando va bene, affrontato male.

“Preannunciare la futura  installazione di altri due cosiddetti dissuasori elettronici, in via Gramsci nei pressi della chiesa della Madonna dell’Immacolata e in viale Europa, vantandosi di garantire la sicurezza stradale realizzando la segnaletica orizzontale e installando gli occhi di gatto in alcune strade cittadine ma non ordinando la rimessa in funzione immediata delle postazioni semaforiche pedonali di viale Kennedy, incrocio con via Garofano, e viale della Libertà, incrocio con via Torrebianca, vuol dire – afferma l’esponente dell’Aifvs – che il sindaco non ha le idee chiare sul significato di sicurezza stradale e , forse, farebbe meglio ad evitare conferenze sul tema”.

“Purtroppo, questa amministrazione – conclude Ciaramella – continua a fare annunci, a dichiarare la sua vicinanza all’Aifvs ma persevera nell’ignorarne le segnalazioni finalizzate a risolvere i problemi che mettono quotidianamente a rischio la sicurezza di automobilisti e pedoni”.

Scrivici su Whatsapp
Benvenuto in Pupia. Come possiamo aiutarti?
RedazioneWhatsappWhatsApp
Condividi con un amico