Aversa

Aversa, mercato ortofrutticolo: la questione arriva in Prefettura

Aversa (Caserta) – Si sono seduti in strada, hanno portato i camion in piazza. E così, il centro cittadino è finito nel caos. Persino la sala consiliare è stata bloccata dagli operatori del mercato ortofrutticolo che, per protesta sui ritardi nella riapertura della struttura di viale Europa, dopo aver occupato dal pomeriggio di mercoledì la casa comunale, da ieri mattina, con un’invasione di camion e sedendosi in strada, hanno bloccato la circolazione in piazza Municipio e piazza Vittorio Emanuele creando disagi.

LA PREOCCUPAZIONE – Il tutto sotto gli occhi degli agenti del locale commissariato che si sono limitati a controllare l’ordine pubblico. A fronte di questa protesta, l’amministrazione comunale, con il sindaco Alfonso Golia e l’assessore Benedetto Zoccola, ha incontrato gli operatori, ma con un nulla di fatto se non con la promessa che nel pomeriggio il primo cittadino avrebbe incontrato il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto al quale Golia avrebbe chiesto consiglio sulla possibile riapertura immediata della struttura di viale Europa. L’area è chiusa dal 10 ottobre scorso dopo una ispezione congiunta di Asl, Noe e Nas.

L’INTERVENTO – «Come auspicato – ha dichiarato il sindaco Golia – il Prefetto è disponibile ad aiutare il comune di Aversa a superare questo momento di difficoltà. Ha assicurato la massima sollecitudine nell’esaminare gli atti di gara. Del resto, già era noto che nessuno può riaprire il mercato senza che siano fatti i lavori. Già avevamo avuto contatti in questo senso. Ci sono ritornato anche per dare soddisfazione agli operatori esasperati». Gli operatori sono infuriati per i danni subiti. «A questo punto, vista la situazione – afferma Maurizio Pollini, uno dei più attivi nella protesta – bisogna alzare il tiro. Il sindaco non può essere così superficiale. Premesso che la struttura non è chiusa per colpa nostra, bisogna che il sindaco si attivi per sottoscrivere un contratto con riserva con la ditta che si è aggiudicata l’esecuzione dei lavori per consentire l’inizio immediato. Per il periodo di chiusura, poi, devono essere attivati sgravi di tasse e tributi comunali e, infine, bisogna individuare dei finanziamenti per costituire un fondo dal quale attingere per i nostri mancati guadagni, anche per evitare che ci siano decine di cause per risarcimento danni contro l’amministrazione».

LE CRITICHE – Dall’opposizione, il consigliere comunale del centrodestra Gianluca Golia ha dichiarato: «Purtroppo, la protesta degli operatori del mercato ortofrutticolo di viale Europa è la lampante inconsistenza di una incisiva azione di governo cittadino. Il tempo delle parole è finito, i proclami, le commissioni strategiche e le chiacchiere hanno avuto il loro insuccesso: oggi ci troviamo davanti a un problema di ordine sociale, legato alla distruzione di un comparto lavorativo cittadino. Gli operatori sono esasperati e, non si possono biasimare per la protesta che stanno mettendo in atto; protesta pacifica di padri di famiglia che non portano soldi a casa da quasi cento giorni». «La politica della maggioranza, ahimè – ha continuato l’esponente di ‘Cambiamo!’– ha dato l’ennesima dimostrazione di come si sia scollata dalla città rispetto al periodo pre-elettorale. Purtroppo, oggi, la situazione appare in uno stallo temporale dal quale appare difficile uscire, l’amministrazione appare disorientata, si gira attorno senza porre opportuni rimedi per ridare un po’ di ossigeno a lavoratori oramai esausti e in grosse difficoltà economiche». IN ALTO UNA GALLERIA FOTOGRAFICA

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico