San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Scempio nel Casertano: un “laghetto di rifiuti” in cava dismessa a San Felice a Cancello

La Polizia metropolitana di Napoli e i Vigili del Fuoco di Caserta stanno verificando la presenza di rifiuti pericolosi e non raccolti all’interno di un invaso di oltre 10mila metri quadrati e di una cava di 5mila metri quadrati nel comune di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta.

L’area della “Cava Giglio” è stata posta sotto sequestro circa un mese fa, nell’ambito di indagini avviate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere ed eseguite dalla Polizia metropolitana di Napoli. Sono in corso ulteriori verifiche per determinare la natura dei rifiuti stipati ed eventuali conseguenze derivanti dallo stoccaggio abusivo, quali il possibile inquinamento delle falde. Sono inoltre in corso accertamenti anche sulla proprietà della cava e dell’invaso.

Le analisi delle acque si stanno svolgendo in collaborazione con l’Arpac per verificare eventuali presenze di sostanze tossiche, la loro provenienza ed eventuali infiltrazioni nella falda acquifera. Nel corso delle attività sono stati ritrovati rifiuti di ogni genere, inclusi elettrodomestici ed enormi quantità di plastica, materiali di risulta e amianto. IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I nostri Video

News Recenti

Condividi con un amico