Gricignano

Gricignano, Santagata su caso Zona Nato: “Ecco la mia idea per avviare urbanizzazioni”

Gricignano – “Per risolvere il contenzioso relativo alla polizza fideiussoria occorreranno anni e la proposta del mio avversario, ossia di ‘vincolare’, non si è capito come, somme derivanti da un credito ipotetico riguardante il riscatto della nuda proprietà da parte dei proprietari degli appartamenti, è da ritenere indecente, soprattutto perché provocherebbe un danno erariale”. E’ il pensiero di Vincenzo Santagata, candidato sindaco di “SiAmo Gricignano”, che ai nostri microfoni interviene sul caso sollevato dai residenti dei parchi residenziali della cosiddetta “Zona Nato”, nei dintorni della cittadella Us Navy, che lamentano gravi disagi per la mancanza di opere di urbanizzazione mai realizzate dal “Consorzio per Gricignano”, soggetto costituito da diverse aziende, tra cui la “Mirabella Spa” della famiglia Coppola, concessionario delle opere di costruzione, “in diritto di superficie”, degli edifici situati nell’area.

Ma se non si può sperare nella riscossione, in breve tempo, della polizza a garanzia della mancata esecuzione dei lavori per strade, fognature e illuminazione, e se l’ipotesi del suo competitor, Vittorio Lettieri, viene considerata improponibile, allora qual è la soluzione? Santagata risponde: “La Mirabella dei Coppola ha circa 8 milioni di euro di debiti, relativi a tributi mai versati al Comune. Se davvero vogliamo porre in essere azioni serie e concrete e dare risposte, già entro un anno, ai residenti della Zona Nato bisogna riscuotere quei tributi inevasi, anche procedendo a pignoramenti nei confronti dell’azienda in questione e utilizzare le somme per opere di urbanizzazione primaria in quell’area. Ovviamente bisogna attuare la cautele del caso e non incorrere nel danno erariale, procedendo prima in danno all’azienda e poi provvedendo ai lavori”. “In tutto questo – sottolinea Santagata – senza dimenticare che anche altre zone della nostra cittadina, sia del centro storico che della periferia, hanno bisogno di opere di riqualificazione. Noi abbiamo il dovere di risolvere le problematiche di tutti i cittadini, senza prenderli in giro, come altri stanno facendo, con false promesse o proposte indecenti e pericolose per le finanze del Comune”.

Nel corso dell’intervista, il commercialista gricignanese spazza via anche la polemica, sollevata da Lettieri, sugli “interessi” che la sua famiglia avrebbe proprio all’interno del “Consorzio per Gricignano”. “Se proprio vogliamo parlare di incompatibilità – spiega Santagata – invece di strumentalizzare in modo ridicolo un documento, risalente al 2014, relativo ad un piccolo incarico ricevuto da mia sorella avvocato da un’azienda facente parte del consorzio, il mio avversario farebbe bene a ricordare che, all’epoca in cui era sindaco il padre, quest’ultimo aveva nella sua giunta un assessore, di professione geometra, che ha curato tutti gli espropri e la fase dei frazionamenti sia del consorzio che della Us Navy…”. Questo ed altro nell’intervista.

IN ALTO IL VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Casaluce, Pagano: “Città cantierizzata: al via i lavori per cinque progetti” https://t.co/lmPXax72sm

Elezioni Aversa, MCA fuori dalla competizione: “Nessun progetto ci affascina” https://t.co/c0YkZ5ZDDv

Gricignano, uniti contro l'amianto: gli "alunni rapper" della scuola 'Santagata' vincono concorso nazionale - https://t.co/Al0670N9NA

San Tammaro, sequestrato sito di trattamento rottami metallici - https://t.co/jvfAwMJIzm

Condividi con un amico