Aversa

Aversa, Ronza candidato sindaco al posto di De Cristofaro? I due smentiscono

Una candidatura a sindaco di Michele Ronza, ex numero due del primo cittadino Enrico De Cristofaro con un passo indietro di quest’ultimo. La notizia è di dominio pubblico, ma la smentiscono entrambi gli interessati. «Uscissero candidati a sindaco al di fuori del nostro gruppo ed io sono pronto a confrontarmi. Per quanto riguardo una eventuale candidatura di Michele, non esiste. Al nostro interno non ci sono divisioni e i ruoli sono già stabiliti. La mi candidatura a sindaco non è mai stata messa in discussione». Sulla stessa scia lo stesso Ronza che esclude una sua partecipazione diretta quale sindaco a scapito dell’amico che lo ha voluto al suo fianco.

Intanto, il tavolo dei partiti di centrodestra segna il passo. La riunione fissata per un confronto con le liste civiche ha visto le pesanti assenze di “Aversa al Centro” con Alfonso Oliva, dell’ex vicesindaco e presidente del Consiglio comunale Giuseppe Stabile e di “Noi Aversani” con Federica Turco e Luciano Sagliocco. Presenti, invece, per la Lega, Luciano Luciano, Salvatore Mastroianni, Carmen d’Angelo e Michele Galluccio; per “Forza Aversa” Dino Carratù e Federico Pitocchi; per i “Popolari Normanni” di Mimmo Palmieri, Tito Fatatis e Antonio d’Ausilio; per “Essenza Normanna” Giovanni Tirozzi e Valerio Ferrara; per Forza Italia Stefano Di Grazia, delegato dal presidente provinciale Carlo Sarro, stante l’assenza del coordinatore provinciale Giorgio Magliocca; per Fratelli d’Italia Enzo Pagano, Gennaro Morra e Michele Serao; per “A testa alta” Rosario Capasso. Si è trattato di un incontro interlocutorio che ha prodotto, in pratica, un aggiornamento a domani pomeriggio sempre presso la sede della Lega in via Diaz.

Sul lato opposto della barricata, in casa Pd da registrare la proposta della consigliera comunale uscente Elena Caterino di aprire il circolo alla società civile. «Per rilanciare l’azione politica di una comunità – afferma l’esponente Dem – serve recuperare il dialogo con gli attori sociali. Oggi voglio dirlo apertamente, da donna e da mamma, ancor prima che da presidente dei democratici aversani, la sezione di piazza municipio dovrà ritornare ad essere la casa del popolo così come pensata ed immaginata da chi ci ha preceduto».

In casa Movimento 5 Stelle, i pentastellati, pur in difficoltà nel comporre una lista completa, si stanno attivando per la redazione comune del programma elettorale. «Il M5S – si legge in una nota – intende condividere e collaborare con i cittadini per scrivere insieme il programma elettorale, per portare un radicale cambiamento della nostra città per anni deturpata». Da qui la presenza di gazebo in città nell’ultimo fine settimana e in quelli a venire per dare l’opportunità a tutti i cittadini «di proporre e discutere idee e lavorare insieme per l’inserimento nei punti programmatici del Movimento 5 Stelle». «È fondamentale per noi – affermano – applicare il principio di democrazia diretta grazie al quale i cittadini potranno, come già fatto con le proposte di candidatura, partecipare attivamente nella costruzione di una città diversa, una città nuova, una città più innovativa ma che sa andare incontro ai reali problemi degli Aversani».

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Caserta, riciclo vetro: "Sbriciola" protagonista al Premio Azienda Green 2019 - https://t.co/zWtlRNkHbW

Parete, casa comunale in preda a erbacce e rifiuti. Rispo chiede bonifica - https://t.co/JoYIRXeeji

Aversa, l'ex "Casa dello Studente" torna di proprietà del Comune - https://t.co/IwwnDKXj8x

Aversa, grande successo per la prima fase del "Jommelli Cimarosa Festival" - https://t.co/HkSeMKwjTS

Condividi con un amico