Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Mondragone, case sovraffollate: pugno duro del sindaco per Palazzi Cirio

Mondragone – Il sindaco Virgilio Pacifico, nella giornata di ieri, ha varato con ordinanza sindacale numero 15, una ordinanza contingibile e urgente volta al contrasto del fenomeno del sovraffollamento abitativo, allo scopo di ridurre ed eliminare gli episodi di degrado abitativo e sociale in alcune zone della città, Palazzi Cirio in primis.

L’ordinanza sindacale impone alle forze dell’ordine ordine di eseguire controlli a tappeto per il rispetto dei parametri indicati dal decreto ministeriale 05.07.1975 (condizioni di sovraffollamento ad uso abitativo) allo scopo di evitare condizioni di sovraffollamento in immobili ad uso abitativo. Come spiega lo stesso documento, “a titolo esemplificativo: per ogni abitante deve essere assicurata una superficie abitabile non inferiore a 14 metri quadrati, per i primi 4 abitanti, e 10 metri quadrati, per ciascuno dei successivi. Le stanze da letto debbono avere una superficie minima di 9 metri quadrati, se per una persona, e di 14 metri quadrati, se per due persone. Ogni alloggio deve essere dotato di una stanza di soggiorno di almeno 14 metri quadrati. Le stanze da letto, il soggiorno e la cucina debbono essere provvisti di finestra apribile. Per l’alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a 28 metri quadrati, e non inferiore a 38 metri quadrati, se per due persone”.

Per quanto riguarda le sanzioni, l’ordinanza del sindaco Pacifico dispone che “fermo restando le eventuali conseguenze di tali condotte, se rilevanti sul profilo penale o amministrativo, per la violazione della presente ordinanza, si applica al proprietario, al locatore o al locatario dell’immobile la sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 250 Euro per ogni persona in eccedenza rispetto ai parametri indicati dal decreto ministeriale 05.07.1975, oltre al sequestro di cui all’articolo 13 della legge 689/81, secondo le modalità previste nei successivi comma del medesimo articolo”.

Gli occupanti ed il proprietario avranno 10 giorni di tempo per rimuovere la situazione di sovraffollamento. In caso di inottemperanza è previsto lo sgombero dell’immobile, disponendo il sequestro ai sensi dell’articolo 13 della legge 689/81. Il sindaco Pacifico ha inoltre richiesto in maniera urgente la convocazione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, al fine di richiedere una concentrazione eccezionale di forze dell’ordine sulle zone oggetto di criticità.

In merito è intervenuto il consigliere Rino Marotta: “Esprimiamo la nostra soddisfazione per un provvedimento che ci fa compiere un passo in avanti in termini di civiltà e di tutela della vivibilità, tuttavia chiediamo l’intervento del Prefetto. Mondragone non può essere abbandonata a se stessa”.

Pacifico ha invece annunciato: “Non abbiamo alcuna intenzione di rassegnarci all’idea che in alcune zone della Città persistano delle situazioni di degrado. Ho inviato una nota al Prefetto e a tutte le forze dell’ordine provinciali per chiedere un dispiegamento di forze straordinario per contrastare un fenomeno eccezionale e di chiaro ordine pubblico. Continueremo a insistere con la Prefettura affinché Mondragone abbia una dotazione di militari straordinaria per contrastare il fenomeno”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico