Caserta Prov.

Spaccio di droga con “servizio a domicilio” nell’Alto Casertano: 3 arresti

Fra i comuni di Caiazzo, Alvignano e Dragoni, nell’Alto Casertano, i carabinieri della compagnia di Caserta hanno sottoposto agli arresti domiciliari tre persone ritenute responsabili, a vario titolo, di concorso in detenzione e vendita di sostanze stupefacenti.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, sono scaturite a seguito dell’arresto, il 29 aprile 2016, di due giovani di Alvignano. Provenienti entrambi da Caivano (Napoli), entrambi venivano trovati in possesso di 498 grammi di hashish, 8,679 di cocaina e 0,18 di crack, il tutto occultato all’interno del cruscotto dell’auto su cui viaggiavano.

Le successive investigazioni, condotte dal nucleo operativo di Caserta, attraverso attività tecniche di intercettazione di comunicazioni hanno permesso di acquisire un grave compendio indiziario a carico dei tre arrestati, coinvolti in un remunerativo traffico di droga, che consisteva nella vendita al minuto delle sostanze, che avveniva utilizzando zone “strategiche” del territorio essendo frequentate da giovani tra i quali minorenni di Caiazzo, Piana di Monte Verna, Alife, Pietravairano e Alvignano, Dragoni. E’ stato inoltre acclarato che i tre arrestati si avvalevano della collaborazione di alcuni “pusher”, per la vendita di dette sostanza “con servizio a domicilio”.

La complessiva attività di indagine, culminata con i provvedimenti di oggi, ha fatto registrare svariati arresti in flagranza – di circa otto persone – per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti nonché il sequestro di 2 chili di marijuana, 200 grammi di hashish e 15 grammi di crack.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Sant'Arpino, "Libera Mente" incontra i cittadini e raccoglie le loro istanze - https://t.co/zfduZefsZ9

Migranti "scaricati" al confine. Salvini: "Vergogna internazionale". La Francia: "Non lo faremo più" - https://t.co/3bVem0mHtU

Pompei, scoperta nuova iscrizione: l'eruzione a ottobre e non ad agosto - https://t.co/em7JOKvebA

Tap, il ministro Lezzi: "Troppo costoso fermarlo". Comitato: "Eletti M5S si dimettano" - https://t.co/cqu0GBJOyv

Condividi con un amico