Ischia - Forio - Barano - Casamicciola - Lacco Ameno - Serrara

Terremoto a Ischia, la Suor Orsola Benincasa aiuta i terremotati: sessione d’esame straordinaria

La solidarietà alla comunità di Ischia, dopo il terremoto che ha colpito l’isola il 21 agosto, arriva anche dal mondo accademico. Infatti, l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli ha deciso di istituire una sessione d’esame speciale per gli studenti provenienti dall’isola.

A meno di 24 ore dalla scossa più forte, l’università napoletana aveva già pubblicato un avviso sul suo sito web (si pensi che gli studenti ischitani iscritti sono più di cento, tra cui 19 residenti a Casamicciola e 10 a Lacco Ameno). Un provvedimento che vale per tutte le Facoltà dell’Ateneo (Lettere, Giurisprudenza e Scienze della Formazione).

Il comunicato recita: “Tutti gli studenti iscritti a un qualsiasi corso di laurea dell’Ateneo i quali siano residenti nell’isola di Ischia ed abbiano programmato di sostenere esami nella sessione autunnale (4 settembre – 6 ottobre 2017) avranno la possibilità di sostenere tali esami anche in una sessione straordinaria a loro specificamente dedicata tra il 16 ottobre e il 27 ottobre 2017.

Gli studenti dovranno comunque effettuare la prenotazione per gli esami nella data stabilita dal docente e inviare poi una mail in cui si richiede di potere sostenere l’esame nella sessione straordinaria al seguente indirizzo (staff.managerdidattico@unisob.na.it), specificando nell’oggetto: studenti isola d’Ischia. Riceveranno via mail l’indicazione della nuova data”.

“Il nostro iscritto – ha affermato il rettore Lucio d’Alessandro –  è una persona che ha scelto di studiare e il nostro dovere, il nostro prenderci cura di lui e dei suoi interessi, consiste, oltre che in una buona ed aggiornata didattica, anche nel rimuovere ostacoli. In questo caso ci è sembrato che oltre che alla solidarietà da parte del loro Ateneo, i nostri studenti avessero diritto ad un gesto concreto capace di consentire loro di conseguire; nonostante le avversità, gli obiettivi di studio e di vita  programmati”. L’iniziativa è stata decisa anche assieme al manager didattico dell’Ateneo, Natascia Villani.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico