Pompei

Pompei, assenteismo al Comune: 8 dipendenti sospesi

Pompei (Napoli) – Otto dipendenti del Comune di Pompei sono stati sospesi dal servizio con l’accusa di assenteismo. I provvedimenti sono scaturiti a seguito di un’indagine coordinata dalla Procura di Torre Annunziata ed eseguiti martedì mattina dagli agenti del locale commissariato di polizia.

Con gli otto sospesi altri 19 dipendenti comunali sono stati iscritti nel registro degli indagati per i reati di truffa aggravata ai danni dello Stato e di falsa attestazione della presenza in servizio mediante modalità fraudolente.

Le indagini furono avviate nel mese di aprile del 2015 a seguito di denunce relative a episodi di assenza ingiustificata dal lavoro di alcuni dipendenti in servizio al Comune.

Il monitoraggio di due dei sei apparecchi marca-tempo presenti negli uffici del Comune di Pompei, i numerosi e continui servizi di pedinamento e osservazione, hanno consentito verificare, oltre al regolare svolgimento delle attività di servizio poste in essere da diversi dipendenti del Comune di Pompei, l’esistenza di una non trascurabile casistica, se si pensa al numero dei dipendenti pubblici indagati, di timbratura irregolare dei badge nonché casi di assenza ingiustificata durante l’orario servizio.

In particolare, è stato accertato che alcuni dipendenti, dopo aver segnalato la propria presenza in servizio, si allontanavano, immediatamente o nel corso della giornata, dalla struttura per poi farvi rientro dopo qualche ora (o frazione di ora) o talvolta alla fine della giornata lavorativa ed esclusivamente per segnalare l’uscita dal servizio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico