Orta di Atella

Orta di Atella, assenteismo al Comune: chiesto rinvio a giudizio per 79 dipendenti

Orta di Atella – La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha chiuso le indagini nei confronti di 79 persone, dipendenti del comune di Orta di Atella, avanzando la richiesta di rinvio a giudizio per truffa aggravata ai danni dello Stato.

Le indagini consentirono, il 19 giugno dello scorso anno, l’esecuzione, da parte dei carabinieri della compagnia di Marcianise e della stazione di Orta di Atella, di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare coercitiva (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) nei confronti dei ventiquattro dipendenti ora imputati nello stesso procedimento (leggi qui i nomi).

La richiesta di rinvio a giudizio costituisce il completamento ed il successivo esito dell’attività investigativa che ha consentito di documentare, lungo l’arco di svariati mesi (anno 2014), anche attraverso le immagini acquisite da una telecamera, come i dipendenti comunali di Orta di Atella, pur figurando regolarmente in servizio, rimanessero in realtà assenti dal lavoro.

E’ stato inoltre acclarato come, in molti casi, i dipendenti infedeli – in concorso e alternandosi fra di loro – avessero timbrato i cartellini marcatempo, in ingresso e in uscita, anche per i colleghi assenti.

In numerose circostanze, la condotta truffaldina è stata consumata da alcuni appartenenti alla Polizia municipale, i quali si sono avvalsi della collaborazione di altro dipendente comunale, che marcava, per loro, il cartellino.

Le accuse contestate ai dipendenti infedeli furono quelli di truffa aggravata a danno dell’Ente locale, nonché la speciale ipotesi di reato che prevede la punizione del dipendente di una pubblica amministrazione che attesti falsamente la propria presenza in servizio mediante l’alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza o con altre modalità fraudolente. Complessivamente, il danno cagionato all’Erario ammonta a circa 85mila euro.

Proprio stamani un’altra operazione contro i “furbetti del cartellino” ha colpito il distretto di Maddaloni dell’Asl Caserta (guarda articolo e video).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico