Aversa

Il Liceo Artistico celebra la donna con la pittura e la poesia

Aversa – Anche quest’anno gli studenti del Liceo Artistico-Scientifico di Aversa festeggiano la ricorrenza dell’8 Marzo con una piccola pubblicazione dedicata alla donna.

La piccola pubblicazione, particolarmente curata, presenta la riproduzione di un opera pittorica “Donna con cesto” del maestro aversano Luigi Panarella (1915-1983), un testo della dirigente scolastica, Silvia Molinaro, ed una poesia di Salvatore Tornincasa, architetto ed ex studente del Liceo. Completa la pubblicazione un disegno fatto a mano del simbolo della festa: la mimosa. La pubblicazione in centinaia di copie sarà distribuita nella città.

Luigi Panarella – (1915-1983) – Nato ad Aversa il 13/06/1915, espone giovanissimo, come artista invitato alla XXI ed alla XXIII Biennale di Venezia. Già Littore della Pittura italiana nel 1937 lavorò con Brancaccio e Barillà alla realizzazione dell’affresco per la facciata del Teatro Mediterraneo di Napoli. Ebbe rapporti con i futuristi Alberto e Anton Giulio Bragaglia e Gerardo Dottori. Nel 1938 lo si vede vincitore del concorso per il manifesto per la Festa di Piedigrotta a Napoli che fu diffuso in tutta Europa. Tra le ultime sue opere la scultura per il monumento ai caduti di Trentola Ducenta cui seguì una mostra al Solone delle Esposizioni di Parigi.

8 marzo 2016 – Riflessioni della Dirigente Scolastica

Cantarella intitola un suo noto saggio sulla donna nel mondo greco-romano “L’ambiguo malanno”. Tale aggettivo ben connota la condizione anche della donna nella società contemporanea, in cui, oltre ad essere la mater familias e la moglie di sempre, è colei che realizza la propria fertilità non solo con la maternità ma anche ai vertici di universi dominati dall’utero dell’intelletto e dell’ingegno. Se tutto ciò è segno del grande progresso intellettuale raggiunto dall’umanità, è anche vero che colei che è stata assimilata dalla penna letteraria a tutti i più splendidi fiori, alle meraviglie del creato e persino agli angeli, quotidianamente si trova ad essere vittima degli uomini da lei amati fino al proprio annullamento identitario. Se, volendo solo pensare ad un esempio, è stato tramandato ai posteri dalla vibrante scrittura tacitiana, il famoso episodio in cui Agrippina è colpita proprio in quel ventre che aveva generato il suo carnefice Nerone, non altrettanto famosi diventeranno i quotidiani episodi di violenza in cui la donna è vittima dell’universo maschile. La morte, però, inflitta dagli uomini alle donne come liberazione dalle ossessioni di quanti non possono raggiungerla non e’ altro che un ennesimo e perpetuo inno alla vita, a quella vita che la donna continua a generare, e non solo con la propria maternità. (Dirigente scolastico, dottoressa Silvia Molinaro). 

SE CONOSCESSI

Se conoscessi i tuoi sogni,

volerei sulla luna per dondolare il tuo cuore.

I tuoi occhi sono lo specchio dei dialoghi con l’anima;

il tuo sorriso sboccia di profumo.

La vita che stringo nel cuore è luce d’amore che bisbiglia poesia.

Tu sei poesia e incanto.

Un nuovo fiore nel paesaggio delle mia solitudine.

Non stancarti di seguire i miei voli anche se a volte buco le ali del sogno.

Perla di rugiada che respiri il cielo della ragione,

lascia che il tempo delle armonie sbocci petali di amore.

Salvatore Tornincasa, 31.12.07

Biografia – Salvatore Tornincasa è nato a San Cipriano d’Aversa (Ce) il 25.10.1962, dove risiede. Ha studiato presso il Liceo Artistico St. di Aversa laureandosi  poi  in Architettura. Nel 2002 ha conseguito la specializzazione in Disegno Industriale presso l’Università di Napoli Federico II. Ha conseguito il premio speciale della giuria al Concorso Internazionale di poesia città la Spezia 1999 e nel 2000 la Menzione di merito al concorso di poesia “Marca D’Aleramo” Cairo Montenotte nel 2000. Sue poesie sono pubblicate in diverse antologie di concorsi letterari e nell’antologia dei poeti contemporanei “Al centro delle parole”. Ha pubblicato: “Dialoghi Invisibili- pittura e poesia” con la prefazione di Riccardo Dalisi – Il laboratorio/le edizioni 2006 e “Sfogliami il cuore” MEeditori 2016. Ha realizzato una Mostra personale di pittura “Dialoghi invisibili” 2007 presso il Liceo Artistico Statale di Aversa con il patrocinio della città di Aversa e dell’Ordine degli Architetti della provincia di Caserta.

Festa della donna 2016

Pubblicazione curata dalle allieve delle classi 1D; 2B; 3A; 4B del Liceo Artistico Statale di Aversa, sotto la direzione del professor Umberto Panarella. 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico