Aversa

“Un bicchiere di troppo” nel nuovo calendario della differenziata

Aversa – C’è “un bicchiere di troppo” nella brochure per lanciare il nuovo calendario della raccolta differenziata ad Aversa. Quale simbolo per la raccolta dei rifiuti indifferenziati, infatti, è stato scelto un’icona riproducente un bicchiere di plastica. Questo tipo di rifiuto, però, a ben leggere nella stessa brochure, deve essere buttato nella categoria “Plastica e metalli” che, proprio al primo posto riporta i piatti e i bicchieri in plastica.

In relazione alla vicenda parla di pressapochismo e dilettantismo l’ex consigliere comunale di Noi Aversani, Nico Nobis, uno dei più vicini all’ex sindaco Giuseppe Sagliocco. L’avvocato aversano si è accorto di questa marchiana svista ed ha dichiarato: “Come si può notare, c’è un errore abbastanza grave, in quanto accanto al simbolo della raccolta del Rifiuto indifferenziato è posto un bicchiere di plastica la cui presenza crea confusione nei malcapitati cittadini dal momento che nello stesso opuscolo la stessa amministrazione specifica, invece, che bicchieri e piatti di plastica (sono al primo rigo dell’elenco) vanno riposti in plastica e metalli”.

“Questo fatto – conclude Nobis – potrebbe creare un grave danno alla raccolta differenziata e, di conseguenza, anche alla nostra città, facendole perdere eventuali premialità in ordine alla percentuale della raccolta, per cui è opportuna un’immediata correzione e redistribuzione di nuovi opuscoli. Concludo evidenziando che l’opuscolo è stato curato da una ditta aggiudicataria di gara a seguito di regolare bando per circa 40mila euro. Sarebbe interessante capire se l’errore è stato commesso da chi ha commissionato la brochure, ossia l’amministrazione comunale o dalla ditta”.

In questi giorni, infatti, anche in vista della collocazione di una serie di nuovi contenitori da sistemare presso i condomini e le grandi utenze cittadine, è partita una nuova campagna di sensibilizzazione per migliorare la percentuale di raccolta differenziata ferma intorno al 50% da diversi anni, senza che si riesca a migliorarla. La novità consiste nel togliere le campane di raccolta del vetro, quelle verdi, per intenderci, dalle strade (che sempre più spesso calamitano sacchetti di rifiuti di ogni genere) ed effettuare un passaggio porta a porta per la raccolta del vetro con cadenza settimanale. Contemporaneamente, diminuirà di un passaggio il ritiro dell’indifferenziata.

Una novità voluta un po’ da tutti, tanto che il consigliere comunale di opposizione Michele Galluccio, forzista dell’ala anti Sagliocco, ha dichiarato: “Abbiamo dovuto attendere l’arrivo del commissariato per ottenere una decisione semplice da attuare, ma efficacissima sul piano dei risultati per la raccolta differenziata”.

Intanto, in città, soprattutto in luoghi divenuti oramai topici, si continua a registrare la presenza di cumuli di sacchetti che, nonostante la Senesi, la ditta incaricata per il servizio di igiene urbana, rimuove in continuazione, ricompaiono senza sosta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico