Matese

“Estate Sicura”, denunce e sanzioni nel Matesino

Continua senza sosta l’attività di prevenzione e repressione dei reati in area matesina. I militari dell’Arma, nell’ultimo fine settimana, hanno proceduto  a denunciare alcuni cittadini per vari reati e ad emettere provvedimenti di natura amministrativa.

I carabinieri della stazione di Piedimonte Matese hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, I.L. 49enne del luogo, responsabile di lesioni in danno di una 48enne del posto, alla quale, al termine di un litigio scaturito da futili motivi, ha cagionato lesioni giudicate guaribili in sei giorni dai sanitari del locale nosocomio.

I militari della stazione di Ailano, nell’ambito dell’attività di controllo delle aree di competenza hanno rintracciato due cittadini rumeni gravati da numerosi precedenti penali, B.O.I., 21enne, e A.V., 18enne, che si aggiravano in quel centro abitato in prossimità di attività commerciali. Il comportamento dei due sodali ha attirato l’attenzione degli operanti che dopo aver proceduto alle verifiche di rito, non essendo emersi validi elementi relativamente la loro presenza in quei luoghi, hanno stilato una proposta per l’applicazione del foglio di via obbligatorio al fine di evitare che gli stessi possano ritornare nell’area per commettere illeciti.

Gli stessi militari hanno sorpreso C.A., 45enne, residente ad Alife, alla guida di una autovettura di proprietà sprovvista di copertura assicurativa. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo e nei confronti del predetto è stata elevata una “pesante” sanzione amministrativa.

Ad Alife i carabinieri dhanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, D.P.G., 39enne di Montesarchio, il quale, durante un controllo alla circolazione stradale, si rifiutava di declinare le proprie generalità. L’uomo, pluripregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio, oltre a dimostrare atteggiamento aggressivo era stato notato dialogare con alcuni pregiudicati locali e la sola presenza dei militari dell’Arma ne aveva provocato alterazione verbale. Anche per lui è stato richiesto l’applicazione del foglio di via obbligatorio.

A Piedimonte Matese i militari del Radiomobile e della locale stazione continuano l’attività di verifica dei veicoli elevando numerose contestazioni per circolazione di vetture sottoposte al fermo amministrativo per pendenze amministrative a carico dell’Ente erogatore del prestito di acquisto, e sottoposizione al sequestro di un motociclo ed una autovettura poiché sprovvisti di copertura assicurativa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico