Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, Garofalo: “Condanna a morte per i commercianti”

Casapesenna – L’approvazione delle aliquote inerenti la tassa dei rifiuti 2014, approvata dall’amministrazione De Rosa, secondo l’opposizione “ha segnato una vera condanna a morte per gli esercizi commerciali”.

A tal proposito, il capogruppo di ‘Noi Casapesenna, Antonio Garofalo, afferma: “Sorpresi dalle affermazioni del sindaco De Rosa sulla delicata vicenda riportate qualche settimana fa. Impensabile che il sindaco ‘creda’ che i commercianti siano soddisfatti dell’incontro avuto. Come si fa a credere che i commercianti siano soddisfatti? È un pensiero del sindaco, o davvero i commercianti sono soddisfatti? Perplessità giungono a seguito di malumori che tuttora notiamo tra i commercianti locali, e che smentiscono nettamente il solo pensiero di De Rosa di aver raggiunto un accordo con gli stessi”.

Garofalo chiede: “Fino a quando il sindaco continuerà a bluffare? Ci rendiamo conto che in gioco c’è la sopravvivenza degli esercizi commerciali, unico settore che a stento sopravvive? Il sindaco si rende conto che ha indotto commercianti esasperati a creare un comitato apolitico, vista la pesante tassazione commisurata dalla sua amministrazione? Perché giungere a tutto ciò? Ci si rende conto, che con simile atto si rischiano solo dure proteste, senza raggiungere nessuna soluzione?”.

“Domande – continua Garofalo – scaturite dal fatto che su tale vicenda vi è un clima incandescente, segnato perlopiù dell’esasperazione dei commercianti, e che mi auspico non si tramuti in atti di protesta forti. Infatti, la mia paura, visto il vociferare di questi giorni, è che ci sarà la presenza di una delegazione dei commercianti in Consiglio comunale per martedì 25, e nell’occasione possono venirsi a creare attimi di scontro verbale tra le parti”.

“Pertanto – conclude il capogruppo – invito vivamente l’amministrazione a prendere in considerazione una soluzione quanto più favorevole per questa categoria maggiormente colpita dalla tassazione, e al contempo invito tutti ad un dialogo democratico”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico