Home

Kepler 452B, ecco la “nuova Terra” scoperta dalla Nasa

E’ una sorta di cugino più anziano della Terra. Parliamo di un pianeta simile alla nostra Terra. La scoperta è stata annunciata dallo scienziato della Nasa John Grunsfeld.

Il corpo celeste “gemello” è stato ribattezzato Kepler 452B, osservato dal telescopio Keplero. Secondo le misurazioni della Nasa è più grande del 60% rispetto alla Terra, un suo anno dura 385 giorni, si trova nella costellazione del Cigno (a 1.400 anni luce di distanza dal nostro sistema) e, anche se la sua massa e composizione non sono state ancora determinate, si stima una buona probabilità che sia roccioso. La stella attorno alla quale orbita Kepler-452b ha un’età di 6 miliardi di anni (1,5 miliardi di anni più del nostro Sole), la stessa temperatura e un diametro più largo del 10%.

“Gli anni su Kepler 452B sono della stessa lunghezza che qui sulla Terra – ha spiegato Jon Jenkins, capo analista dei dati provenienti dal telescopio della Nasa – e ha trascorso miliardi di anni intorno la zona abitabile della sua stella. Il che significa che potrebbe aver ospitato vita sulla sua superficie ad un certo punto, o potrebbe ospitarla ora”.

“Kepler 452B – hanno spiegato ancora gli esperti dell’agenzia spaziale statunitense – ha un’età di 6 miliardi di anni e riceve il 10% in più di energia dalla sua stella rispetto alla Terra”.

In realtà Kepler 452B è tra gli altri 11 candidati a essere nella zona abitabile, ossia la distanza dalla propria stella che consenta temperature abbastanza basse da poter trovare acqua allo stato liquido.

Nel 2024, con il lancio della missione Plato di Esa, sarà possibile individuare pianeti transitanti come Kepler-452b ma attorno a stelle più brillanti e più vicine al nostro Sole rispetto a quelle osservate da Kepler.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico