Aversa

Galluccio: “Perche’ Sagliocco non va in Procura anche per Via Di Jasi?”

 Aversa. “Sarei tanto curioso di chiedere al sindaco Sagliocco, sempre solerte ad inviare atti alla Procura della Repubblica, perché non si comporta allo stesso modo nel caso di via Vito di Jasi, i cui lavori di restyling sono ormai fermi da settimane senza una spiegazione particolare”.

A parlare il consigliere comunale ed ex assessore della giunta guidata dall’allora sindaco Mimmo Ciaramella, Michele Galluccio, che continua: “Il nostro primo cittadino, oramai, ha dato vita ad una sorta di metodo: non appena, a suo avviso, c’è qualcosa che non quadra, appena l’opposizione critica su un determinato argomento invia gli atti alla procura della repubblica. Lo ha fatto, ad esempio, nel caso di piazza Crispi (inviando, però, solo gli atti relativi ad una parte della vicenda) e per l’acquisto da parte della provincia della sede aversana del centro per il lavoro. Come mai per via di Jasi, dove si scoprono ogni giorno particolari sorprendenti, dal marciapiede che si stringe e poi si allarga, dove sembra mancare un progetto di base, dove sembra che nessuno controlli i lavori effettuati dai manovali. Tanto che, ad oggi, non si riesce a capire nemmeno perché si è fermi, dopo che anche le associazioni dei disabili hanno eccepito alcune irregolarità che non renderebbero legittimi i lavori così come sono in corso di realizzazione”.

Domanda e dubbi di Galluccio sono stati, ovviamente, girati al legittimo destinatario, il sindaco Sagliocco che, non sottraendosi, ha risposto: “Credo che Galluccio avesse il solo obiettivo di uscire sui giornali e c’è riuscito. La risposta è presto data: gli atti di via Vito di Jasi non sono stati da me inviati in procura semplicemente perché io non ho dubbi sulla regolarità della vicenda. Se così non fosse non esiterei ad inviarli”.

Il primo cittadino normanno, poi, spiega quanto sarebbe avvenuto. Ad aver creato i problemi il lato di via di Jasi che costeggia quello che era il percorso dell’Alifana. Proprio con quest’ultima ci sarebbero stati dei problemi e sarebbe stato necessario dare vita ad una deroga del cinque per cento rispetto al costo iniziale.

Sagliocco ricorda anche che sono stati accolti anche i suggerimenti delle associazioni di disabili, in particolare dei non vedenti, per creare un apposito percorso con un’ulteriore spesa di ventimila euro. Poi, ritornando alle perplessità di Galluccio, il sindaco riprende: “Non vedo mostri all’orizzonte, ma, poiché ci sono dei diritti che appartengono a tutti, che non sono prerogativa del solo sindaco, invito Galluccio a mandare lui gli atti alla procura, evidenziandogli, se non lo sa, che possono farlo anche i consiglieri comunali, siamo di fronte non ad una strada, ma ad un’autostrada che tutti possono percorrere”.

Sempre in tema di lavori pubblici, il sindaco Sagliocco ricorda di aver fatto un sopralluogo in viale Olimpico, altra strada oggetto di restyling, come via di Jasi, arteria di penetrazione in città per chi viene dai centri occidentali dell’agro aversano, dove i lavori in corso stanno subendo non pochi ritardi e disagi a causa di una serie di intoppi esistenti nel progetto che non ha tenuto conto, ad esempio nella realizzazione di una pista ciclabile, che le opere in corso ogni tanto insistono su suoli che non appartengono al comune di Aversa, ma a privati che si sono, ovviamente opposti. Un progetto che, almeno sulla carta, è stato redatto dall’ufficio tecnico del comune, ma che qualcuno ha ipotizzato redatto da un professionista privato che sarebbe, poi, dovuto essere nominato direttore dei lavori.

“In questa strada ci sono alcune cose da rivedere. Per quanto riguarda l’intoppo del Parco Cerimele, in via transattiva, senza ricorrere ad esproprio, il condominio cederà tre metri, Un grazie va anche al titolare del centro sportivo Zodiaco che, per consentire la realizzazione di una rotatoria, arretrerà di qualche centimetro all’altezza dello spigolo. Insomma, abbiamo strade che si rinnovano, avranno percorsi particolari, si allargheranno, ci saranno parcheggi. Non capisco proprio le polemiche che si vogliono montare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico