Aversa

Pd: “Opposizione inconsistente? La colpa e’ di Cella”

 Aversa. “Prendiamo atto che il consigliere Salvino Cella ha impegni di lavoro che gli impediscono di svolgere il suo mandato da consigliere comunale d’opposizione e gli chiediamo di lasciare spazio a chi ha tempo e voglia da dedicare alla costruzione di una città migliore, più vivibile e finalmente liberata dal centrodestra”.

Così i rappresentanti cittadini del Partito Democratico che replicano ad una delle ultime uscite dell’ex candidato sindaco del centrosinistra, il quale, ancora una volta, ha criticato le forze d’opposizione. “Cella – continuano – in quasi due anni non ha prodotto nessuna interrogazione, mozione o emendamento al bilancio per cui ci appare paradossale che continui ad attaccare i consiglieri comunale d’opposizione e non l’amministrazione comunale nel suo complesso. Cella ha criticato soltanto l’operato di Barbato che, caso strano, era l’assessore più inviso al sindaco Sagliocco”.

“Se l’opposizione è davvero inconsistente, come lui sostiene, la colpa è soprattutto sua perché doveva guidarla mentre invece ha avuto un atteggiamento sempre poco chiaro caratterizzato da assenze o uscite al momento delle votazioni. Noi riteniamo che l’azione dell’opposizione, invece, sia stata efficace in quanto si è passati da due a nove consiglieri creando un coordinamento su molti temi che hanno visto i sette fuoriusciti dalla maggioranza sposare le posizioni del Partito Democratico”.

Di Cella i democrat normanni condividono un giudizio sul Sagliocco bis: “Cella ha ragione su una cosa. La seconda giunta Sagliocco è una vergogna per la città perché si cambia tutto per non cambiare niente, perché non si può azzerare una giunta e non portare delle nuove linee programmatiche. Tutto questo dimostra come l’amministrazione continui ad andare avanti senza idee ma solo grazie al collante delle poltrone. Ci appare, però, molto strano che anche su questa questione manchi la critica al regista dell’operazione ossia il sindaco Sagliocco. Cella ci faccia un piacere dica pubblicamente da che parte vuole stare e nel caso in cui confermi con le parole il tradimento dell’elettorato di centrosinistra si dimetta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico