Gricignano

Strade dissestate e buche: protestano i residenti della zona Us Navy

 GRICIGNANO. Strade dissestate e buche larghe e profonde. Monta l’esasperazione dei residenti di Gricignano nella zona Us Navy.

La sostanziale impercorribilità delle strade di accesso al quartiere a ridosso della cittadella militare pare abbia creato non pochi malumori in chi, ogni mattina, per le ragioni più varie, deve uscire di casa, per allontanarsi da un’area, tra l’altro sprovvista di servizi.

Nonostante l’avvio della raccolta differenziata, non pochi residenti della zona lamentano un abbandono da parte dell’amministrazione comunale. In particolare, ad essere oggetto delle lagnanze dei residenti è la condizione del manto stradale che circonda la base militare, condizione che, a quanto riferito dagli stessi, è stata, negli anni, più volte segnalata agli uffici competenti del comune di Gricignano.

La situazione denunciata è, infatti, risalente nel tempo; non coinvolge la sola amministrazione in carica ed è collegata ai lavori che si sono prolungati da parte della società Mirabella(n.d.r. la società della famiglia Coppola) e che non hanno trovato ancora una loro ultimazione.

Insomma, coloro che risiedono alle spalle della zona Nato vivono in una costante condizione da lavoro in corso che, unitamente al mancato sviluppo commerciale dell’area, per quanto più volte in passato propagandato, fa sì che il disagio avvertito sia grande.

clicca per

ingrandire

A quanto riferito da qualche residente, la risposta da parte dell’amministrazione comunale è sempre stata la stessa e cioè che l’area in questione è da considerarsi ancora un cantiere e che la manutenzione spetta alle ditte che hanno costruito, anche se, a ben vedere, qua si tratta del ripristino della percorribilità regolare di due tratti stradali senza che questa debba costare a chi è costretto ad attraversarli danni alle autovetture o nel peggiore dei casi alle persone.

Si evidenzia da parte dei residenti anche l’opportunità di dotare la zona di una segnaletica orizzontale e verticale e, più in generale, si soffre uno stato di distanza da parte delle autorità comunali quasi come se chi risiedesse nella zona attigua alla base americana fosse residente in un altro paese, pur versando, invece, i tributi nelle casse del comune di Gricignano.

Una situazione paradossale, quindi, e una richiesta di attenzione ed operosità nei confronti dell’amministrazione Moretti, da cui i residenti della zona Nato chiedono pronte risposte e consequenziali provvedimenti.

Nota inviata dai residenti

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico