Caserta

Sla, il 29 settembre sesta giornata nazionale Aisla

 CASERTA. L’Aisla è una onlus che aiuta i malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla). La Sla è una malattia neurodegenerativa a decorso progressivo che colpisce le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale che permettono i movimenti della muscolatura volontaria.

Si ammalano di Sla individui adulti, di età superiore ai 20 anni,di entrambi i sessi, con maggiore frequenza dopo i 50 anni. L’Aisla è presente su tutto il territorio italiano, da anni la sezione di Napoli – Caserta opera attivamente sul territorio sotto la presidenza di Antonio Tessitore che, in prima persona vive la difficoltà di questa malattia altamente invalidante. Numerosi i volontari che prestano gratuitamente il loro operato di supporto ai malati ed alle loro famiglie, grazie all’aiuto dei quali quest’anno è stato possibile organizzare, molteplici manifestazioni di solidarietà per reperire fondi a sostegno dell’Aisla.

La Giornata Nazionale per la lotta alla Sla è nata nel 2008 per ricordare il primo “sit in” dei malati di Sla, che il 18 settembre 2006 si riunirono a Roma, sotto il Ministero della Salute, per portare all’attenzione dell’allora Ministro della Salute Livia Turco i propri bisogni, in particolare quello di una presa in carico globale in termini di necessità di trattamenti assistenziali omogenei su tutto il territorio nazionale, prestazioni adeguate di assistenza domiciliare, accesso facilitato alle sperimentazioni cliniche in corso e ai farmaci per uso compassionevole, snellimento della burocrazia e riduzione dei tempi per ottenere il riconoscimento di invalidità, necessità di riconoscere piena validità ai piani terapeutici sottoscritti dagli specialisti e di dar corso a una strategia più efficace sul terreno della ricerca di base e finalizzata.

Da allora, ogni anno, tra la metà di settembre e la prima settimana di ottobre, Aisla Onlus promuove iniziative in tutta Italia per rinnovare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Autorità politiche, sanitarie e socio-assistenziali sui bisogni di cura e assistenza dei malati per giungere finalmente ad un’appropriata gestione della Sla, ad un’adeguata presa in carico dei pazienti e dei loro familiari e per raccogliere fondi a sostegno della ricerca mirata su questa malattia, al momento inguaribile ma non per questo incurabile.

Domenica 29 settembre, a Caserta, in piazza Dante, in occasione della sesta giornata nazionale Aisla, i volontari dell’associazione distribuiranno bottiglie di vino “Barbera d’Asti Docg” in cambio di un contributo minimo di 10 euro. I fondi reperiti sono destinati non solo a finanziare i progetti di ricerca, ma a permettere anche l’assistenza dei malati e delle loro famiglie nelle svariate e numerose difficoltà legate alla quotidianità, dalle più normali, come il mero supporto economico per affrontare le problematiche di tutti i giorni, fino alla costituzione di un fondo per garantire il supporto legale alle persone affette da Sla ed ai loro familiari. Non lasciamoci fermare dall’indifferenza: la ricerca, l’assistenza e la formazione hanno bisogno di essere sostenute. Partecipiamo tutti a questa gara di solidarietà e ricordiamo che è: “Un contributo versato con gusto”.

Se non riusciamo ad essere presenti, possiamo sostenere l’iniziativa anche con un bonifico intestato ad Aisla Onlus Napoli- Caserta, Iban: IT 14 N 06230 03533 000035429512.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico