Aversa

Fisco e Scuola: convegno all’Itc “Gallo”

 AVERSA. E’ sempre il medesimo “Gallo” dell’Aversa “normanna” a combattere in prima linea.

Mercoledì 6 marzo scorso, ancora una volta, l’Istituto Tecnico Commerciale di via dell’Archeologia ha dato prova di saper orientare i propri studenti realizzando un incontro con i referenti dell’Agenzia delle Entrate di Aversa.

Il meeting ha avuto luogo in virtù di un protocollo d’intesa tra gli uffici dell’Agenzia delle Entrate territoriali e gli istituti scolastici nell’ambito del progetto “Fisco e Scuola” promosso da alcuni anni dall’Agenzia delle Entrate e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, allo scopo di diffondere la legalità fiscale nelle scuole e sensibilizzare i ragazzi al rispetto delle regole fiscali e contribuire, peraltro, a sviluppare il senso di responsabilità civile e sociale correlata all’esercizio della cittadinanza attiva. La giornata dedicata alla legalità fiscale è iniziata di buon ora nella sala “Coppola” dell’Istituto, dove ben undici classi quinte si sono alternate partecipando ad una conferenza davvero interessante e proficua su un tema serio e complesso.

La dirigente scolasticaVincenza Di Ronza ha dato il “la” al Convegno ed ha introdotto i lavori asserendo che per gli studenti di un istituto tecnico commerciale risulta fondamentale la cultura della legalità fiscale e contributiva e in senso lato una legalità a 360 gradi che travalichi i confini della “Cattedra” per essere vissuta nella società civile in un’escalation di integerrimi comportamenti morali. Secondo la professoressa Di Ronza “fare i cittadini è il modo migliore per esserlo” e i comportamenti legali tutelano i diritti di ciascuno e le tasse dei contribuenti onesti si trasformano in servizi di alta qualità, sebbene essa risulti “costosa in termini economici”.

In ultima analisi, la preside, soddisfatta del successo ottenuto nei precedenti incontri con il gruppo Carabinieri e la Guardia di Finanza di Aversa su specifiche tematiche di legalità, conclude il suo intervento affermando di aver aggiunto un ulteriore tassello al mosaico “Legalita” che sta cercando di realizzare. I relatori, referenti dell’Agenzia delle Entratedottor Biagio Lauro e dottoressa Rosalia Serra, d’accordo con gli studenti, decidono di proiettare un filmato prima di proseguire i lavori della Conferenza.

Il video, molto formativo ed interessante chiarisce innumerevoli concetti, affrontando tutti gli aspetti fondamentali concernenti il fisco, nonché significati terminologici tecnico-specialistici già chiariti ampiamente dai docenti di discipline giuridiche ed economiche. I relatori hanno ritenuto opportuno affrontare, attraverso le metodologie denominate brainstorming e cooperative-learning, un dibattito costruttivo, una lezione tecnico-pratica efficace dando la possibilità ai ragazzi di porre quesiti, approfondendo in tal modo argomenti trattati in classe.

Naturalmente, non sono mancati riferimenti legislativi in materia fiscale e tributaria e fondamentalmente è stato citato l’articolo 53 della Costituzione per rendere sempre più consapevoli gli studenti del presente, cittadini attivi lavoratori del futuro, che “Tutti sono tenuti a concorrere alla spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva e che il sistema tributario è informato a criteri di progressività”.

Il contributo di tutti i cittadini è determinante affinchè non esistano parassiti della società o meri evasori fiscali. La scuola ha continuato a dimostrare di saper essere all’avanguardia nell’educare le giovani generazioni alla legalità e alla cittadinanza attiva e democratica, in un momento di profondo malessere politico-sociale e di forte disorientamento delle coscienze.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico