Portici

San Cipriano, convegno sul Mezzogiorno con i candidati del Pd

 SAN CIPRIANO. Nella sede del Partito Democratico di San Cipriano d’Aversa, con buona presenza di ragazzi e ragazze, si è tenuto mercoledì mattina un incontro con alcuni candidati della Camera ed del Senato.

Hanno partecipato Antonio Diana, segretario Giovani Democratici, che saluta e ringrazia i presenti, Paolo di Lauro, in veste di moderatore ed Angelo Reccia, che introduce i singoli candidati. Il primo intervento è di Pina Picierno, candidata alla Camera dei Deputati per il Pd, la quale sostiene che in gioco c’è il futuro dell’Italia e che la campagna elettorale non deve essere una televendita. Cita anche una famosa frase di Don Peppino Diana “Per amore del mio popolo non taccerò”, sostenendo che è l’amore per questa nazione che porta i candidati del Pd a scendere in campo. Sottolinea l’importanza di ricordare ciò che c’era prima di Monti, perché con Berlusconi si è avuto solo un aumento della pressione fiscale, promesse non mantenute ed invece di difendere gli interessi della nazione, in un periodo così critico, ha pensato solo ad interessi personali e tale comportamento non può essere perdonato. Berlusconi, infatti, ha distrutto il Paese, soprattutto per questioni economiche ed etiche. Infine, conclude dicendo che bisogna votare il Pd per evitare di ricadere nell’incubo di questi ultimi anni.

Interviene successivamente Enzo Cuomo, candidato al Senato per il Pd, il quale affronta la questione sul Mezzogiorno incentrando il proprio discorso sulla crisi che ha colpito le aziende del Sud, dell’emergenza rifiuti e delle terre da bonificare. E’ stato anche autocritico nei confronti del partito, perché in questi anni è stato un po’ superficiale nell’affrontare questi tipi di problemi, ma rimarca che nel futuro saranno usati meglio i fondi europei che dovranno essere utilizzati per la bonifica dei territori e la tutela dell’ambiente. Sottolinea l’esigenza del partito di dialogare con i lavoratori e le imprese, tutelando gli interessi della collettività. Parla dell’incoerenza della coalizione di centro-destra che ha come alleati sia Grande Sud che Lega Nord ed inoltre evidenzia la poca serietà del Pdl che ha destinato i Fas al pagamento delle multe delle quote latte del Nord, anziché destinarli alle imprese del Sud.

L’obiettivo del Pd, invece, è quello di difendere le proprie comunità. L’ex sindaco di Portici, mette in risalto l’esigenza di ritornare dopo le elezioni per far sentire una forte presenza dello Stato in questi territori. Secondo Nicola Caputo, consigliere regionale Pd, è necessario assicurare una giusta democrazia all’interno del partito e mette in rilievo un aspetto politico importante in questi territori: lo scioglimento dei comuni per infiltrazione camorristica. Egli sostiene che bisogna modificare la legge, in maniera da garantire che dopo uno scioglimento non si ritorni alla situazione iniziale, ma che si riesca a sradicare il male dalla radice. Sottolinea l’esigenza di lavorare per tutelare i cittadini onesti di queste terre, che vengono quotidianamente infangati dalla cattiva nomea derivanti dalla camorra.

In conclusione del dibattito, interviene Lucia Esposito, candidata al Senato per il Pd, che fa autocritica, ma nello stesso tempo, critica i partiti per la loro assenza sul territorio. Evidenza i fallimenti del centro-destra che ha sprecato una grande occasione per lo sviluppo di questi territori con la non realizzazione dell’aeroporto di Grazzanise. Sostiene e crede che il Pd sarà all’altezza della sfida del Governo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico