Sant’Arpino

Microcredito, il bando regionale per finanziare nuove imprese

 SANT’ARPINO. Il gruppo politico “Moderati per Sant’Arpino”, rappresentato in consiglio comunale dai consiglieri Ernesto Capasso, Domenico D’Antonio, Elpidio Iorio e Rodolfo Spanò, …

…collocato all’interno del più ampio movimento politico “Sant’Arpino Libera@Democratica” che esprime la candidatura a sindaco di Francesco Capone, in questo momento di grave deficit occupazionale, ritiene di sostenere tutte quelle iniziative che in qualche modo possano contribuire a rimuovere la stagnante, e per certi versi drammatica, situazione di crisi finanziari che sta investendo i nostri giovani e le nostre famiglie.

In questa ottica ritiene di divulgare il più possibile un’interessante iniziativa promossa dalla Regione Campania con cui si offre, sotto forma di microcredito, una somma massima di 25 mila euro per avviare imprese e quindi occupazione e sviluppo. La possibilità di presentare domanda scade il prossimo 19 dicembre.

Di seguito il testo del bando:

“Bando regionale per il Microcredito: un’opportunità per fare impresa”

domande dal 19 novembre al 19 dicembre

La Regione Campania ha istituito un fondo rotativo per favorire l’avvio di nuove imprese e sostenere gli investimenti di quelle esistenti che si trovano in difficoltà per l’accesso al credito: il Fondo Microcredito FSE si rivolge a tutti i cittadini della Ue aggiorenni che desiderano aprire una nuova attività, alle microimprese e alle imprese del terzo settore.
Il fondo prevede diverse linee di intervento:
– la prima tipologia di aiuti è destinata a sostenere lo spin-off d’impresa nel settore della ricerca pubblica e privata.
– la seconda linea di intervento si rivolge, invece, ai giovani under 35 e alle donne che vogliono avviare nuove imprese;
– la terza via prevede incentivi per l’avvio di imprese da parte dei soggetti più deboli, come disoccupati, lavoratori in Cig o mobilità;
– la quarta linea di intervento è destinata a favorire l’inclusione sociale di lavoratori svantaggiati, tra i quali sono compresi anche soggetti disabili, immigrati (anche nel caso in cui almeno un socio dell’impresa sia in possesso di uno dei requisiti) e imprese del terzo settore (associazioni riconosciute e cooperative sociali).
Sono da considerarsi prioritarie le proposte rientranti nelle seguenti categorie di attività:
– servizi al turismo (servizi, ristorazione, alloggio);
– tutela dell’ambiente;
– servizi sociali alle persone;
– servizi culturali;
– Ict (servizi multimediali, informazione e comunicazione);
– risparmio energetico ed energie rinnovabili
– manifatturiero;
– artigianato e valorizzazione di prodotti tipici locali;
– attività professionali in genere;
– commercio di prossimità.
Sono considerate ammissibili al finanziamento:
– le spese, strettamente inerenti il ciclo economico, per l’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature;
– le opere murarie necessarie all’adeguamento e messa a norma dei locali adibiti all’attività;
– i beni immateriali ad utilità pluriennale, inclusi i diritti di brevetto, le licenze, i piani di sviluppo di impresa, i piani di marketing, i piani finalizzati all’internazionalizzazione se connessi ad un piano di ampliamento della base produttiva;
– le spese per l’acquisto di materie prime, semilavorati, materiali di consumo e di scorte;
– le spese per utenze e canoni di locazione degli immobili strumentali all’esercizio dell’attività;
– le spese per l’aggiornamento dei software; le spese per servizi di consulenza professionale (legale, tecnica, commerciale);
– le spese per il personale qualora sulla risorsa non siano già stati concessi sgravi contributivi o incentivi all’assunzione in base a leggi nazionali, regionali o progetti a finanziamento statale e/o regionale.
Entità del finanziamento:
– Minimo: Euro 5.000 – Massimo: Euro 25.000
I finanziamenti in microcredito dovranno essere rimborsati, a partire dal settimo mese successivo all’erogazione del contributo, per un lasso di tempo non superiore ai 60 mesi e in rate costanti posticipate mensili.
Le domande per accedere al fondo possono essere presentate dal 19 novembre al 19 dicembre 2012.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico