Aversa

Della Valle: “Il Comune non ha ancora il Peg”

Della ValleAVERSA. Siamo a metà novembre e il nostro Comune non ha ancora il Peg (Piano esecutivo gestionale) ovvero l’atto con cui la Giunta traduce gli stanziamenti di bilancio in indicazioni eobiettivigestionali precisi per le varie Aree da assegnare ai Dirigenti.

La mancanza di questo documento sta producendo un effetto pesante sulla gestione dell’Ente e tra l’altro l’assenza dell’unità di misura basilare per stimare la “capacità di spesa” di un Area mette in serio rischio la valutazione dell’operato del dirigente. Questo è stato un anno particolare, come già asserito dove il Preventivo è stato approvato con molto ritardo senza alcuna colpa da parte dell’Amministrazione ma non avere ancora il Peg a 70 giorni dall’approvazione del Bilancio è cosa grava.

Credo che i Dirigenti si trovano in una situazione scomoda oggi ad assegnare progetti o premi per la produttività del personale dato l’assenza d’indirizzi specifici a monte da parte dell’Amministrazione. C’è il rischio concreto che la ripartizione del Fondo incentivante salti per quest’anno.

Per questo invito l’Assessore a portare in Giunta per l’approvazione questo importante documento al più presto possibile per scongiurare un blocco che andrebbe a danno dei lavoratori del Comune di Aversa. Ormai siamo a 45 giorni dalla fine dell’anno è c’è ancora poco spazio per una valutazione sulle “performance” dei dipendenti.

La Commissione Trattante che si è riunita solo 2 volte dopo l’approvazione del Bilancio ha fatto registrare non solo l’assenza della parte Politica ma ha stabilito una certa distribuzione del Fondo Incentivante che per essere buono definirei “pro-capite”. Voglio sperare che venga seguito un criterio di meritocrazia e un analisi oggettiva del lavoro svolto così da premiare coloro che durante l’anno hanno dato prova della loro abnegazione al lavoro.

Rilevo che non si è tenuto in debito conto i tanti sacrifici che hanno fatto gli uomini e le donne della Polizia Municipale in quest’anno. Rivolgo quindi un appello all’ottimo Assessore al Bilancio e al Personale di intervenire subito sulla questione PEG e di verificare i criteri che i Dirigenti metteranno in essere per la valutazione dei propri dipendenti in assenza di un regolamento tra l’altro imposto dalla cosiddetta ‘Brunetta’.

Sulle polemiche degli ultimi giorni non vorrei intervenire, prendo solo atto con profondo rammarico che a giorni alterni ci si ostina a denigrare l’operato della passata Amministrazione in modo pesante delineando comportamenti penalmente rilevanti da parte di chi si è messo alla guida di una coalizione con gli stessi personaggi che sembrano diventati ora (e solo) ora una sorta di banda bassotti. Mi verrebbe da chiedere, quando si è realizzato che c’era qualcosa di poco limpido come asserito più o meno velatamente in questi articoli commissionati?

Pure l’osservatore più distratto e sprovveduto credo abbia notato la tempistica di questi articoli-denuncia che sono “commissionati” subito dopo una semplice richiesta di chiarimenti o una piccola obbiezione. Chi ha fatto parte della precedente Amministrazione ha partecipato ad un esperienza unica e tanto operosa che ha lasciato tantissimo lavoro anche per i prossimi anni a chi ha preso il testimone.

Per quanto mi riguarda, sono tranquillo e questa sorta di commissione di accesso che in questi mesi si sta muovendo con tanto vigore nel palazzo comunale non può che farmi piacere.

Vedremo i risultati di queste “indagini” e poi le commenteremo. Spero che dopo questa mia sollecitazione, credo cortese ed opportuna, all’Assessore al Bilancio e al Personale, qualche giornalista non scoprirà che ho 7 amanti e ho aperto un caseificio con qualche amico.

Gino Della Valle, consigliere comunale Pdl Aversa

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico