Sant’Arpino

“Certamen Vergilianum Atellanum”, assegnati i premi

 SANT’ARPINO. Si è tenuta, nella sala convegni del Palazzo Ducale “Sanchez de Luna”, la cerimonia di consegna dei premi ai vincitori delprimo Certamen Vergilianum Atellanum, concorso riservato agli studenti delle scuole ad indirizzo classico delle provincie di Caserta e Napoli, svoltosi dal 24 al 27 maggio.

In presenza del sindaco, Eugenio Legnante, dell’assessore alla Cultura, Giuseppe Lettera, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Sant’Arpino, ente patrocinante della manifestazione, la presidente dell’associazione “Amici del libro”, Assunta Rocco, ha consegnato gli assegni delle tre borse di studio in denaro agli studenti: Gaetano Sorice (primo classificato), allievo del Liceo Classico “Cneo Nevio” di Santa Maria Capua Vetere; Nicola Indicatore Di Vincenzo (secondo classificato), allievo del Liceo Polispecialistico “Gandhi” di Casoria; Emanuela Marsilio (terza classificata), allieva del Liceo Classico “Durante” di Frattamaggiore. La presidente dell’associazione “Amici del Libro” traccia un breve bilancio dell’esperienza vissuta e ne anticipa gli sviluppi futuri.

“Il primo Certamen Vergilianum Atellanu” – dichiara la professoressa Assunta Rocco – è stata per noi una manifestazione piuttosto onerosa, che ci ha costretti a rincorrere tanti problemi organizzativi che, quando si coinvolge la scuola, si arricchiscono di complicazioni. Nel complesso, però, possiamo dire di aver vissuto una bella esperienza, sicuramente da riproporre, magari con qualche piccola modifica al programma. La parte più interessante è stata sicuramente la giornata di studi su Virgilio, che ha vissuto nel territorio campano ed atellano, alcuni momenti importanti della sua produzione poetica”.

“Le dotte prolusioni dei docenti Alfonso Ambruoso e Giuseppe Lamberti – continua la Rocco – hanno evidenziato interessanti aspetti della presenza di Virgilio nelle nostre zone, mentre il professor Giuseppe Limone, ordinario di Filosofia del Diritto alla Sun, partendo dall’attualità del pensiero del poeta latino, ha coinvolto i presenti con una lucida e profonda riflessione sul ruolo della cultura nella realtà contemporanea, troppo spesso bistrattata da una politica di governo disattenta ed ignorante. Agganciandoci proprio all’interessante momento di studio vissuto nel corso del convegno, l’associazione ha deciso di rendere biennale il concorso per le scuole, lasciando la periodicità annuale per la sola giornata di studi sulla figura di Virgilio”.

L’appuntamento è per la prossima primavera, quando in compagnia di studiosi ed accademici cercheremo di approfondire il pensiero di Virgilio, attraverso l’analisi delle sue opere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico