Campania

Nugnes incontra amministratori e cittadini dell’Alto Casertano

NugnesNAPOLI. Numerosi amministratori provenienti da tutto l’Alto Casertano insieme ad un vero e proprio fiume di cittadini hanno incontrato il consigliere Daniela Nugnes presso la segreteria che il capogruppo vicario del Pdl in Regione Campania ha istituito in paese dall’inizio del mandato.

L’incontro è stato fortemente voluto da un folto gruppo di sindaci ed amministratori dei comuni dell’alto casertano con lo scopo di creare una dialettica politico-istituzionale costruttiva con Nugnes. Nel corso della serata sono state affrontate diverse problematiche che affliggono in maniera particolare l’alto casertano: dalla crisi del settore lattiero caseario al brusco rallentamento dell’artigianato, dal precariato nelle scuole ai disagi dei pendolari per la carenza di treni, dalla crisi del commercio al declino dell’agricoltura.

In maniera particolare i sindaci presenti hanno chiesto a Nugnes informazioni sui fondi regionali per finanziare diversi progetti in itinere. All’incontro sono intervenuti anche rappresentanti di società di servizi nazionali per offrire il proprio contributo in termini di esperienza.

Particolarmente apprezzato l’intervento delprofessor Paolo Mele noto economista campano dell’Europa Consulting. Il professor Mele ha sottolineato la necessità di accorciare le distanze tra aziende e territorio rafforzando il ruolo dei privati negli asset economici territoriali. Gli amministratori hanno poi sottolineato la necessità di riservare maggiore attenzione rispetto al presidio ospedaliero di Piedimonte Matese, unico polo sanitario ancora esistente che deve servire un territorio molto vasto.

Nugnes ha risposto all’appello della numerosa platea antistante con la determinazione e la serenità che da sempre la contraddistinguono. Il capogruppo vicario del Pdl ha sviscerato singolarmente ogni problematica fornendo risposte esaustive. Sulla sanità Nugnes ha rassicurato i presenti garantendo massimo impegno affinché l’Alto Casertano non sia considerata, come sempre, la cenerentola di Terra di Lavoro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico