Orta di Atella

La “Stanzione” saluta gli alunni delle classi prime

 ORTA DI ATELLA. Sulle note dell’inno “Una vita in comunione”, la scuola secondaria di primo grado “Massimo Stanzione”, saluta gli alunni delle classi prime con i loro genitori.

Hanno preso parte a questo appuntamento, l’assessore alla Pubblica Istruzione Rosa Minichino, il parroco della chiesa San Michele di Casapozzano Don Roberto Comune, il Presidente del Consiglio d’Istituto Adelaide Mozzillo, le insegnanti della scuola primaria Mena Iodice, Angelina Tartaglione, Giusy Caterino e Carla Seneca.

Con questo ormai tradizionale incontro, la Dirigente Arcangela Del Prete, ha voluto rivolgere ai giovani studenti e ai loro genitori, in questo nuovo e impegnativo cammino comune di crescita, l’accorato invito ad avere fiducia nell’istruzione, poiché studio e cultura restano sicuramente il miglior investimento per il futuro; un augurio particolarmente sentito in questi momenti difficili di crisi.

E’ importante che i ragazzi non sprechino le opportunità e facciano tesoro delle tantissime e significative esperienze educative e formative che la scuola offre loro. E’ importante, altresì, che le famiglie riconoscano nella scuola un importante interlocutore per la crescita e per la formazione dei loro figli e, in quanto tale, si adoperino per sostenerla e incoraggiarla, collaborando, a fare sempre meglio.

La scuola farà la sua parte. Pur nel grave ritardo con cui si concluderanno le operazioni per la dotazione piena dell’organico – basti pensare che, nonostante il pesante sforzo organizzativo che ha impegnato la Dirigente per quasi tutta l’estate, mancano ancora ben 11 docenti di lettere e una decina di docenti tra tecnologia, inglese, musica e arte, senza contare i docenti di strumento musicale – e nonostante la riduzione di personale conseguente ai “tagli” perpetrati ai danni dell’istruzione in generale che contrasta assurdamente con il significativo aumento degli iscritti, la Dirigente ha assicurato che la “Stanzione” non mancherà, come sempre, di garantire la massima qualità possibile del servizio, grazie all’abnegazione del suo personale docente e amministrativo, la cui dedizione, spesso, lo spinge ad andare ben oltre il proprio dovere professionale.

L’incontro è stato anche una importante occasione per premiare pubblicamente gli alunni Luigi Petrillo, Samira De Stefano e Giovanni Sorvillo che, nel corso del triennio, si sono distinti per responsabilità nel comportamento e dedizione allo studio, ottenendo il massimo dei voti.

Il premio è consistito in un attestato di merito e di tre buoni dal valore simbolico di 50 euro ciascuno offerti dagli sponsor “Cartaweb” di Orta di Atella e “Area Ufficio” di Sant’Arpino. La cerimonia si è conclusa tra gli applausi dei presenti con il beneaugurante volo delle “lanterne” che simboleggiano l’aspirazione della scuola a formare coscienze che abbiano la capacità di “volare alto”, oltre la nebbia delle meschinità umane, spontaneamente orientate alla realizzazione di un mondo migliore.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico