Aversa

“Open Day” al Comprensivo “Parente”

 AVERSA. Il 20 febbraio rappresenta il termine ultimo per le iscrizioni degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado.

Le istituzioni scolastiche sono impegnate in attività di orientamento per gli allievi che effettuano il passaggio dalla Primaria alla Secondaria di I grado e da questa alla secondaria di II grado. Negli ultimi anni si è andata affermando, per garantire ad alunni e genitori una corretta e completa informazione sui vari indirizzi di studio e sull’offerta formativa delle varie scuole, l’idea dell’open day. Si tratta di una serie di attività, dimostrazioni, incontri, colloqui che la scuola propone all’utenza tenendola aperta per un giorno, talvolta anche festivo, per accogliere tutti quanti volessero venire a conoscenza del programma formativo e delle attività programmate da una data istituzione scolastica. Allineato alla concezione dell’open day è quest’anno anche l’Istituto comprensivo “Parente”.La scuola, di recente istituzione, nasce dalla “comprensione” di due tra le più storiche scuole aversane: la scuola elementare “Diaz” e la scuola media “G. Parente”.

«Dopo una prima fisiologica fase di transizione – spiega il Dirigente scolastico Margherita Anna Pisanelli – alla Parente oggi si respira un clima di grande serenità che, unito a uno spirito di forte unità e di grande collaborazione tra i docenti dei vari ordini scolastici, favorisce una completa crescita culturale dei giovani allievi. Anche le famiglie dei nostri circa 1100 alunni sono costantemente coinvolti nella progettazione dell’attività formativa e si sentono parte integrante del sistema scuola e non semplici utilizzatori dell’impianto educativo». La novità del Comprensivo, però, non è stata ancora del tutto metabolizzata dalla platea scolastica aversana anche a causa della conformazione “orizzontale” dell’istituzione scolastica che conta ben 4 plessi (la media Parente, i plessi della primaria di via Corcione e di via Fermi, la scuola dell’infanzia di via De Filippo) dislocati in diverse zone della città.

«Anche per questo motivo – afferma Gianna Dicorato, docente storico della Parente – abbiamo voluto questo open day. La nostra è una platea da sensibilizzare, compattare e responsabilizzare. Non tutti i genitori, infatti, sono ancora riusciti ad entrare nell’ottica di quella continuità educativa e formativa che rappresenta l’essenza stessa del concetto di istituto comprensivo». Da qui l’appuntamento di oggi pomeriggio, dalle 16.00 alle 18.00, presso il plesso della secondaria (la storica scuola media G. Parente di via S. Di Giacomo).

Un pomeriggio dedicato ai ragazzi e alle loro famiglie per far conoscere loro il mondo della “scuola media”: «abbiamo programmato – anticipa la prof.ssa Stefania Cecala, promotrice dell’iniziativa – una serie di attività che possano offrire un’idea, il più possibile vicino alla realtà, di come viene sviluppato il dialogo didattico-educativo presso la nostra scuola. I protagonisti di questo incontro saranno proprio i ragazzi, i quali testimonieranno come dalla didattica dell’insegnamento, attraverso i vari laboratori, siamo passati alla strategia dell’apprendimento, realizzato in contesti anche informali e diversificati».

Il Plesso della Secondaria, infatti, è dotato di un’invidiabile dotazione laboratoriale: una grande palestra coperta, un teatro (il prestigioso auditorium di recente intitolato all’indimenticato professor Gaetano Lombardi) da oltre 150 posti a sedere, due laboratori multimediali, un ricco laboratorio scientifico-tecnologico e gli istituendi laboratori di musica e di lingua straniera che saranno realizzati a breve grazie ai fondi europei che la scuola è riuscita ad ottenere grazie anche alla competenza progettuale dei docenti. Una scuola, l’Istituto Comprensivo “G. Parente”, che da anni dimostra di riconoscere la centralità dell’allievo, attuando un percorso formativo fondato sui principi di accoglienza, integrazione, inclusione, egalitarismo evitando la selezione aprioristica dell’utenza o, peggio, la riduzione di spazi e servizi a favore di un iperaffollamento di nessuna utilità educativa.

L’istituto comprensivo “Gaetano Parente”

È la scuola…

…della progettualità

· Pon, Aree a Rischio, Centro Sportivo Studentesco, Musica, Informatica…e tanto altro!

…degli spazi e dei servizi

· Palestra coperta

· Biblioteca

· Laboratori multimediali

· Laboratorio musicale

· Laboratorio di lingua straniera

· Lavagne interattive multimediali

· Laboratori artistici

…dell’inclusione

· Laboratorio per gli alunni diversamente abili

· Progetti per combattere il disagio sociale

· Sportello di ascolto e supporto per gli alunni e loro famiglie

…dell’integrazione

· Accoglienza degli studenti stranieri

· Sportello di ascolto per i genitori di alunni stranieri

…della scoperta

· Uscite sul territorio

· Teatro

· Cinema

· Viaggi d’istruzione

· Partecipazione ad eventi sportivi

…della solidarietà

· Scuola premiata da Unicef e Telethon

· …e il personale di segreteria adotta a distanza una bambina thailandese

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico