Caserta

“Open Day” al Liceo Diaz

Il preside Luigi SuppaCASERTA. Appuntamento consueto degli istituti scolastici è la presentazione al territorio.Fra le tendenze più registrate c’èla voglia di chiudere la “faccenda iscrizioni”, quasi come se fosse una mera operazione di “marketing”.

Diversamente, il Liceo “Diaz” di Caserta si presenta nella sua concreta sobrietà, forte della consolidata tradizione confermata dal successo di moltissimi tra gli ex-alunni. Abbiamo girato tra i corridoi del liceo registrando un’accoglienza particolarmente gioviale e spontanea degli alunni che ci hanno guidato nei vari laboratori e nelle classi. Ciò che maggiormente ci ha colpito è la serietà e la fattibilità dell’offerta formativa.Un Pof asciutto e sintetico, senza fronzoli né scuole di tango o altro, ma imperniato su un progetto di Educazione alla Legalità, trasversale alle discipline e un innovativo potenziamento dello studio delle scienze, fisica e matematica.

Il preside, Luigi Suppa (nella foto in alto), un ingegnere che insegnato matematica e fisica, ha affrontato il suo incarico con un management diretto sul doppio target dell’ottimizzazione dell’organizzazione e del potenziamento dell’insegnamento scientifico. “Tengo moltissimo all’iter formativo caratterizzante lo Scientifico e i nostri successi alle gare nazionali lo dimostrano”, commenta il preside Suppa, che aggiunge: “Ma ho a cuore l’organizzazione intesa sia come miglior servizio educativo agli alunni che come sostegno e supporto alle famiglie e agli stessi alunni. Infatti, ho già pensato ad una sorta di sportello psico-pedagogico da attuare in sinergia con altre agenzie del territorio”.

clicca per

ingrandire

Gli alunni dll'Open Day  Laboratorio di Disegno e Progettazione
Laboratorio di Fisica Il preside Luigi Suppa

Insomma, aria nuova al “Diaz” e, per la verità, molti, tra docenti e genitori, raccontano di una scuola pulita e ordinata dove la sicurezza degli alunni è al primo posto per il dirigente. “Ho diretto in prima persona le operazioni di messa in sicurezza di locali e spazi da tempo non idonei alle attività. – sottolinea il preside – La scuola ha veramente un altro aspetto e gli alunni sanno che ci sono sempre e, se non sono in giro per l’istituto, la porta della Presidenza è sempre aperta”.

L’istituto ha anche organizzato una serata per ospitare ex alunni che intendono iscrivere i propri figli al “Diaz”. “Passato e futuro – conclude Suppa – sono l’emblema di questo liceo prestigioso, con la sua ‘mission’ tra tradizione e innovazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico